Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Basket: la Redel ancora imbattuta in casa

Basket: la Redel ancora imbattuta in casa

Redel Energia Reggio Calabria-San Filippo del Mela Cocuzza
(21-11,32-22)
Redel Energia Reggio Calabria:Scaffidi 14,Sorace ne,Cedro ne,De Marco 4,Stracuzzi 10,Grande 6,Cugliandro 5,Soldatesca 8,Pellegrino 11,Scafaro 4.All Checco D’Arrigo Ass Antonio Quattrocchi
San Filippo:Catanesi 3,Cassisi 4,Mobilia 6,Graciotti 8,Coppolino 4,Sofia 2,Barbera 11,Sgrò 3,Vento 5,Gritti 10.All Ciccio Romeo
Arbitri Volgarino e Schena di Castellana Grotte di Bari

La Redel vince ancora tra le mura amiche confermando l’imbattibilità casalinga.

Nel pregara la società reggina ha conferito una targa ricordo all’allenatore reggino Ciccio Romeo, adesso head-coach dei siciliani per l’importante contributo dedicato alla causa Vis e Mediterranea.

Partiamo dai quintetti. La Redel con gli infortunati Antinori e Cavalieri in borghese schiera Scaffidi play, De Marco e Stracuzzi esterni con Soldatesca ala grande e Pellegrino centro.
Gli ospiti schierano l’ex Viola Enrico Mobilia in regia, Coppolino in guardia, l’ex Barbera e Vento in ala con il possente Graciotti  unico pivot.

Il primo canestro della gara lo segna Vittorio Soldatesca con uno splendido centro in controtempo, la risposta arriva qualche attimo dopo con un gioco da tre punti di Vento.
Il primo sorpasso ospite lo segna dalla media Coppolino(3-5).
La Redel ricuce il gap e vola in contropiede prima con Stracuzzi poi con una doppia segnatura di Grande(14-7).
Si procede così fino all’ultima azione: Scaffidi recupera un pallone importantissimo a 14 secondi dalla fine, la panchina locale si sbraccia per segnalare una sola azione da giocare; il play non recepisce il messaggio,intende invece che bisogna tirare 
subito e rilascia il polso da tre in contropiede realizzando.L’azione successiva degli ospiti non andrà a buon fine per il massimo vantaggio Redel (21-11).

Nel secondo quarto la Redel parte motivata con due punti del giovane Scafaro.
San Filippo prova a mordere giocando con maggior grinta ma a metà tempo i locali restano avanti.
Punteggio basso, 6 pari complessivo a metà tempo suggellato dal nuovo canestro di Matteo Grande.
A 2.50 dal termine del periodo, San Filippo dimezza il gap con tanta energia(27-22).
In men che non si dica, prima Pellegrino da due poi Vittorio Soldatesca dalla lunga riporteranno Reggio avanti di dieci.

Nella terza frazione dopo il “rituale” discorso di coach D’Arrigo la Redel entra carica più che mai: cinque palloni recuperati in un attimo e vantaggio che decolla(36 a 22).
San Filippo tenta la rimonta con Graciotti ma la Redel resta sempre sopra anche grazie ad un positivo Cugliandro dalla lunga.
A 3 dal termine si vede finalmente Mobilia,assolutamente in ombra fino a quel momento:il giocatore più rappresentativo degli ospiti realizzerà il suo primo canestro della gara(41-35).
Due recuperi di Soldatesca ed una tripla di un positivo Stracuzzi porteranno Reggio avanti di nove.
Con due liberi di Scafaro, qualche istante dopo la Redel terminerà il suo terzo periodo ancora avanti di dieci(48-38).

La prima metà dell’ultimo periodo scivola abbastanza tranquillamente. Nel San Filippo si mette in mostra il talento Sofia,  la Redel mostra i muscoli nuovamente con Soldatesca.
Una tripla di Catanesi a metà dell’ultimo tempo riporterà gli ospiti nuovamente sotto di cinque come accadde nel secondo quarto(5 a 0 di parziale iniziato con un lay-up di Barbera).
Ancora l’ex Barbera scriverà il 7-0 di parziale con gli ospiti che si avvicineranno pericolosamente.
La Redel reagirà con un morbido canestro da due di Vladimir Pellegrino(55-49).
Un libero di Scaffidi firmerà il più sette ma sarà nuovamente Barbera a tenere aperto il match prima realizzando da sotto poi subendo sfondo a 2.29 dal termine della gara.
A 1.30 Gritti porterà gli ospiti sul meno tre ma un “morbido” canestro dalla media di Vladimir Pellegrino,Mvp della fase finale del match,riporterà Reggio avanti di cinque.
Il dodicesimo rimbalzo di Soldatesca diverrà fondamentale.
Pellegrino subirà fallo da sotto realizzando un libero(59-53) ma Barbera, realmente l’ultimo a mollare segnerà subendo fallo(59-56).
Scaffidi con “mestiere”subirà fallo e realizzerà due tiri liberi(61-56),Stracuzzi lo imiterà qualche attimo dopo a cinque secondi dalla fine sbagliando il primo e realizzando il secondo(62 a 56).
La Redel vince con grinta e carattere confermando l’imbattibilità casalinga e volando in doppia cifra in classifica.