Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Karate: il calabrese Luca Dichiera medaglia di bronzo Campionati Italiani Juniores di kumite

Karate: il calabrese Luca Dichiera medaglia di bronzo Campionati Italiani Juniores di kumite

Svoltisi sabato 5 e domenica 6 novembre, presso il Palafijlkam,a Ostia Lido i Campionati Italiani Juniores individuali di Kumite, in cui la Calabria conquista una bellissima medaglia di bronzo con Luca

Dichiera, del Karate San Marco Argentano.

Grande soddisfazione negli ambienti del Karate Calabrese, per questo successo del giovane Luca, di San Marco Argentano, che collezione un altro risultato positivo in campo nazionale, confermando anche buona continuità di risultati. L’Atleta sammarchese infatti, riesce nuovamente a salire sul podio del Campionato Italiano, dopo avere conquistato il Titolo di Vice Campiona d’Italia lo scorso anno, al Campionato Italiano Cadetti. Quindi ancora più significativa la sua impresa, per essere riuscito, nonostante il passaggio alla classe successiva: da cadetti: 15-16-17 anni, a juniores: 18-19-20, a riconfermarsi in campo nazionale, nonostante si sia trovato a confrontarsi contro Atleti più grandi di età ed esperti di lui. Da sottolineare inoltre, come Luca sia stato l’Atleta più giovane del torneo, non avendo ancora compiuto 18 anni.
Incontenibile la gioia del papà, Luciano Dichiera, che è anche il Maestro di Luca, che vede così concretizzate tutte le energie spese, non solo in palestra, ma in giro per la Calabria e per l’Italia, a seguire i vari collegiali della nazionale o i seminari tecnici di alto livello.

Nel suo percorso verso il podio, Luca, dopo avere superato il primo incontro, si trova a scontrarsi contro il fortissimo Ernano Lorenzo, Atleta della Nazionale e di recente reduce dal Campionato Mondiale under 21 di Malesia, sul quale il nostro Atleta non riesce ad avere la meglio. Luca viene comunque ripescato, essendo stato sconfitto da uno dei finalisti, riprendendo la sua gara, fino a disputare la vittoriosa finale per il terzo posto contro Scialanga Stefano, della società Domar Sporting Club A.R.L. di Roma.

Tempestive le congratulazioni del Maestro Gerardo Gemelli, Dirigente del karate calabrese, che si complimenta con Luca, anche a nome del Presidente Regionale FIJLKAM Antonio Laganà, per l’importante risultato, che ancora una volta ha portato in alto il nome della Calabria, sempre più spesso nominata in campo nazionale e internazionale. I complimenti di Gemelli si sommano a quelli del Maestro Ricardo Partinico, Direttore Tecnico Regionale, presente in sede di gara, che ha seguito Luca durante tutti gli incontri, e che ne intravede la sua collocazione nella formazione calabrese.

Non vogliamo però che la prestazione brillante di Luca possa mettere in ombra quella di tutti gli altri Alteti Calabresi che , seppur dando il meglio di se stessi, non sono riusciti a salire sul podio, forse per minore esperienza rispetto gli avversari, in alcuni casi, oppure per semplice sfortuna, in altri. Nello sport è spesso fondamentale, per il raggiungimento di un risultato, che si vengano a creare tutta una serie di combinazioni favorevoli: preparazione (requisito imprescindibile), stato di buona forma in gara, sorteggio favorevole, etc, combinazioni che realizzano il così detto momento magico.
È giusto quindi elencare tutti gli Alti ragazzi calabresi, così suddivisi per le varie categorie di peso:

MASCHILI: categoria fino e kg 60, Crocco Salvatore, karate Eracles di Cosenza,  per i 65kg Bova Gianluca, sempre della Eracles di Cosenza, per la categoria fino a 70kg, Cimino Salvatore, Karate Catona, categoria fino a 76kg, Melasi Giancarlo, Fortitudo 1903, categoria fino a 83kg, Virardi Antonio, Associazione Fitness Rossano, categoria fino a 90 kg, Affidato Antonio, Marzial Kroton Ryu di Crotone, categoria oltre a 90 kg, Fiozzo Vincenzo, Karate Curinga.
FEMMINILI: categoria fino a 55 kg, Amendola Marika, Sporting Karate Lametia, categoria kg 61, tripodi Ludowica, Fortitudo 1903, categoria fino a 68kg, Guglianone Eleonora, Eracles Karate Cosenza, categoria +68kg, Romanazzi Roberta, Fortitudo 1903.
A questi si aggiungevano altri Atleti, qualificati di diritto per il risultato conseguito nella passata edizione del campionato (come Luca Dichiera), ovvero: Sberna Vincenzo e Pintomalli Domenico, del Karate Catona, Ruffa Vincenzo dello Shanti Vibo.

Le prestazioni comunque positive di tutti gli Atleti, fanno ben sperare bene per il Karate Calabrese, in particolar modo per il consueto appuntamento con il Campionato Italiano a Rappresentative Regionali, previsto solitamente per il mese di gennaio, che è valevole per la qualificazione al Campionato Europeo a Rappresentative Regionali, al quale, ricordiamo, la Calabria ha più volte partecipato con le squadre maschili e femminili di kumite. Occorrerà evidentemente lavorare affinché i nostri Atleti riescano a concretizzare meglio in fase di gara.

La scena, per il prossimo fine settimana, si sposta a Villa San Giovani, per il Gran Premio Giovanissimi “Esordienti A, individuale Kumite e Kata”, la qualificazione al Campionato Italiano Giovanile a Squadre Sociali Kumite e Kata, e, per i più piccoli, la divertente formula di “Tutti sul Podio”.