Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Basket, Viola corsara a Palestrina

Basket, Viola corsara a Palestrina

basketpallone
di Gianni Tripodi –
Che musica! Al Pala Iaia di Palestrina la Viola suona la “sesta sinfonia” battendo i padroni di casa (63-78) dopo una gara dominata dal primo all’ultimo minuto che

le consente di rimanere in vetta alla classifica. I nero arancio conquistano così il sesto successo consecutivo, il terzo in otto giorni, dimostrando ancora una volta il carattere della grande squadra che va avanti con la forza del gruppo. Primo posto conservato a quota 12 punti in coabitazione con Rieti ed Agrigento (una partita in meno) con Martina Franca che si stacca dal gruppetto, sconfitta a Francavilla (64-48). Contro il Palestrina la Viola gioca una gara con poche sbavature, solo qualche disattenzione difensiva a metà di terzo quarto e un’ingenuità di Cappanni  che si fa fischiare un tecnico (il secondo dopo quello di Bisceglie), dopodiché i nero arancio non vanno mai sotto nel punteggio e tengono sempre in mano il pallino dell’incontro con una partenza sprint di 5-0 che fa ben presagire.  Nel corso del match Grasso e compagni incrementano  il vantaggio, arrivando dal +6 di fine primo quarto al +20 dell’ultimo, i padroni di casa si affidano alle individualità, il miglior realizzatore del girone, la guardia Ricciardi mette a referto ben 21 punti, ma con un pessimo  7/23 dal campo con il resto della squadra che non entra mai realmente in partita. Un po’ sottotono la prestazione dell’ex di turno Lorenzetti, emozionato nell’affrontare la “sua” Viola, alla fine per lui 9 punti con il 40% dal campo. Coach Fantozzi può ritenersi più che soddisfatto, vincere in trasferta contro una compagine ostica come Palestrina, dopo solo una seduta di allenamento (venerdì) e neanche un giorno di riposo non era facile, l’impresa è stata compiuta, complimenti! Questa volta finiscono in “copertina” Sereni e Gambolati, 15 punti a testa, 7/10 (70%) dal campo e 12 rimbalzi per il primo e 5/10 (50%) e 7 rimbalzi per il secondo. Prossimo impegno domenica (ore 18) contro Francavilla al Pala Calafiore.
7° giornata DNB girone C
ITOP PALESTRINA – LIOMATIC VIOLA RC  63-78
Parziali: 16-22, 24-40, 45-53, 63-78
Arbitri: Maffei Luca di Silea (TV) e Marton Marco di Conegliano (TV)
ITOP PALESTRINA
Ricciardi 21, Omoregie 10, Lorenzetti 9, Basanisi 8, Di Marcantonio 5, Riva 4, Quartuccio 3, Nozzolillo 2, Brenda 1 – Coach: Carosi Andrea
LIOMATIC VIOLA RC
Gambolati 15, Sereni 15, Paparella 10, Cappanni 8, Coronini 8, Grilli 8, Potì 6
Coach: Fantozzi Alessandro

Novità in quintetto con Cappanni al posto di Gambolati assieme a Paparella, Grilli, Caprari e Sereni . L’inizio di gara dei reggini fa ben presagire, Cappanni fa subito la voce grossa sotto canestro, 4 punti di fila per lui, assieme al libero di Grilli (1/2), la Viola firma un parziale di 5-0 dopo i primi 2 minuti di gioco. Palestrina sembra non accusare il colpo, guidata da Ricciardi e da Di Marcantonio riporta il match in parità, la gara scorre punto a punto, Sereni e Ricciardi per il 10-10 ed è timeout Fantozzi. Entra sul parquet l’ex di turno Lorenzetti, i nero arancio si portano sul +4 con Caprari e Coronini, Palestrina si affida alle penetrazioni della guardia Ricciardi e dai punti segnati del nigeriano Omoregie appena entrato sul parquet, che permettono ai padroni di casa di rifarsi sotto, -1. Serve la tripla Paparella e il canestro di Gambolati sul finire di quarto per ridare 6 lunghezze di vantaggio alla Viola, 16-22. Secondo quarto: Primo canestro dell’ex Lorenzetti, Gambolati di forza da sotto, botta e risposta dalla lunga distanza tra Potì e Basanini, 21-27 a 6 minuti dal termine. E’ ancora l’under terribile Potì ad infilare l’ennesima tripla che assieme al canestro dalla media di Sereni porta la Viola sul +9. Lorenzetti, ancora lui, piazza la tripla e cerca di scuotere i compagni, terzo fallo di Riva, decisamente fuori dal match, al suo posto entra Nozzolillo, con il canestro di Sereni e i liberi di Coronini è +12 Viola. Difesa aggressiva per Palestrina, già al bonus con 2 minuti ancora da giocare, timeout chiamato da Carosi.  Sereni stoppa la conclusione di Brenda, la difesa reggina è impenetrabile, non si passa. Nell’azione successiva Grilli si arresta dalla media distanza e realizza, allo scadere uno scatenato Gambolati segna in contropiede, si va all’intervallo sul 24-40, +16. Terzo quarto: Cappanni commette il suo terzo fallo personale, Lorenzetti con il piazzato dalla media, la gara continua con un botta e risposta tra le due squadre con la Viola che però rimane sempre avanti. Caprari, Grilli e Cappanni (gioco da tre punti, canestro e fallo) da una parte e Nozzolillo, Ricciardi e Di Marcantonio dall’altra, 32-47, +13 Viola. Quarto fallo di Lorenzetti, al suo posto entra sul parquet il nigeriano Omoeregie, Ricciardi attacca la difesa reggina e trova la via del canestro, tecnico fischiato a Cappanni, quarto fallo per il lungo, i liberi di Basanisi e il canestro di Ricciardi riducono lo svantaggio dei padroni di casa a sole otto lunghezze. Palestrina raggiunge il bonus, con Sereni e Grilli, la Viola torna sul +12. Si sveglia, un po’ troppo tardi Riva, 4 punti di fila e i padroni di casa rimangono attaccati alla partita, 45-53. Quarto quarto: Sereni cattura il rimbalzo offensivo e appoggia, vantaggio in doppia cifra, 45-55 e timeout immediato chiamato da coach Carosi. Reazione Palestrina, tripla di Quartuccio a 8 minuti dal termine, la Viola trova punti importanti sotto canestro con Gambolati e dalla lunetta visto con Paparella e Coronini, +15. Tripla di Ricciardi, Sereni serve splendidamente Coronini che appoggia facile, +14 e timeout Palestrina. Quinto fallo per Riva, Caprari dalla lunetta per il +16, Lorenzetti segna e subisce il fallo, tripla di Paparella che chiude quasi definitivamente la partita, +17 a 3 minuti dal termine. Palestrina comincia a scomparire dal parquet, i liberi di Gambolati fanno volare la Viola al max vantaggio, +20 a due minuti dal termine, 54-74. Tripla di Basanini e canestro da sotto di Omoregie, è Gambolati a mettere la parola fine, nel finale c’è spazio anche per Marengo, finisce la partita sul 63-78, la Viola suona al Pala Iaia di Palestrina la sesta sinfonia!