Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Basket, a Palestrina la Viola vuol suonare la sesta sinfonia

Basket, a Palestrina la Viola vuol suonare la sesta sinfonia

basket_pallone-b

 

di Gianni Tripodi – Si conclude oggi il “tour de force” di tre partite in otto giorni, i nero arancio hanno già affrontato e battuto Bisceglie (domenica) e Scauri (giovedì) e questo pomeriggio alle ore 18 faranno visita all’Itop Palestrina dell’ex Lorenzetti.

Le energie fisiche e mentali sono quasi esaurite, bisognerà compiere l’ultimo sforzo per completare il trittico di vittorie, il sesto successo consecutivo, che consentirebbe a Grasso e compagni di muovere ancora una volta la classifica. Il campionato è ancora lungo, ma si è quasi già formato il gruppo delle squadre che si contenderanno la promozione in DNA, la Viola si trova al primo posto in compagnia di Agrigento (una partita in meno), Rieti e Martina Franca a quota 10 punti. L’avversario – Il Palestrina ha 6 punti in classifica con un bilancio di tre gare vinte e tre perse ed ha la seconda peggiore difesa del girone (86.8) dietro solo al Pescara (87.3). Dopo una soffertissima prima vittoria all’esordio contro Potenza (107-105), decisa da un canestro segnato al supplementare da Lorenzetti, sono arrivate due sconfitte di fila, una pesantissima contro il Martina Franca (45-86) e l’altra più combattuta contro Pescara (99-108). Poi altre due vittorie contro Francavilla e Potenza con nel mezzo la sconfitta subita a Scauri. Gara dell’ex per Nello Lorenzetti, una sola stagione in riva allo Stretto, breve, ma intensa. L’ala casertana ha lasciato bei ricordi nell’ambiente nero arancio e non sarà quindi il classico ex con il dente avvelenato, a Palestrina ricopre il ruolo di sesto uomo della squadra, 10.5 punti in 21 minuti di utilizzo. Sempre dalla panchina, essenziale l’apporto del nigeriano Omoregi con 10.3 punti (62%) e 8.5 rimbalzi in 25 minuti. Veniamo al quintetto iniziale, la punta di diamante è Ricciardi,miglior realizzatore del girone con 25.0 punti a partita, il pericolo numero uno per la difesa reggina. Coach Carosi può contare su una squadra completa in ogni ruolo, sotto canestro spicca il duo composto dal figlio del grande Antonello RIva, Ivan (accostato alla Viola in estate) e dal centro di 210 cm Di Marcantonio ex Francavilla, completano il quintetto il play Basanini e l’ala piccola Brenda. La Viola non ha avuto molto tempo per preparare l’insidiosa trasferta romana, un solo giorno (venerdì) a disposizione di coach Fantozzi il quale ha cercato di caricare a dovere il suo gruppo con l’obiettivo di centrare il sesto successo consecutivo. Nella gara contro Scauri la stanchezza ha giocato un brutto scherzo a Grasso e compagni che sono partiti con il freno a mano tirato, in quell’occasione essenziale è stato l’apporto dalla panchina di Grasso e Potì, con il capitano in versione monumentale da 18 punti e 11 rimbalzi e il giovane under che con le sue due uniche triple della partita ha allontanato la rimonta avversaria. Si attende il rilancio di Grilli, la guardia romana, sottotono nella sfida casalinga contro Scauri con uno 0/8 da tre e un disastroso 3/14 al tiro con il 21% dal campo, quest’oggi dovrà tornare ad essere il cecchino micidiale visto soprattutto contro Pescara e Bisceglie. Il Lazio non ha portato bene al team nero arancio, nella prima giornata di campionato contro la Stella Azzurra è arrivata la prima e unica sconfitta del campionato, quest’oggi si cercherà di sfatare il tabù, la Viola vuol suonare la sesta sinfonia!
7° giornata DNB girone C
30/10/2011 ore 18.00 PalaIaia di Palestrina (RM)
ITOP PALESTRINA – LIOMATIC VIOLA RC
Arbitri: Maffei Luca di Silea (TV) e Marton Marco di Conegliano (TV)
ITOP PALESTRINA
Quintetto iniziale: 13 Basanini, 10 Ricciardi, 19 Brenda, 4 Riva e 9 Di Marcantonio
A disposizione: 8 Nozzolillo, 5 Quartuccio, 15 Omoregie, 12 Lorenzetti, 18 Tabbi
Coach: Carosi Andrea
LIOMATIC VIOLA RC
Quintetto iniziale: 6 Paparella, 11 Grilli, 8 Caprari, 18 Sereni e 4 Gambolati
A disposizione: 10 Coronini, 7 Potì, 9 Laganà, 13 Grasso, 17 Cappanni
Coach: Fantozzi Alessandro