Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Basket Viola, contro Scauri arriva la cinquina

Basket Viola, contro Scauri arriva la cinquina

di Gianni Tripodi – Un giovedì da leoni! Nel primo turno infrasettimanale della stagione, i nero arancio strappano con le unghie e con i denti la quinta vittoria consecutiva, battendo tra le mura

amiche un mai domo Scauri (87-78). Il team di Fantozzi dimostra carattere, soffre, ma non molla la presa e alla fine riesce a portare a casa due punti che valgono doppio. Con questo successo la Viola sale al primo posto in classifica a quota 10 punti in compagnia di Martina Franca, Rieti ed Agrigento, con quest’ultimo con una partita in meno e si prepara per la sfida di domenica contro il Palestrina dell’ex Lorenzetti che chiuderà un tour de force di tre partite in otto giorni. Contro Scauri la stanchezza si è fatta sentire, solo quattro giorni fa i reggini avevano affrontato e battuto Bisceglie e un calo d’intensità nel turno infrasettimanale era ampiamente prevedibile. Dopo un inizio decisamente in salita con Scauri brava ad arginare l’attacco nero arancio e a colpire con l’implacabile guardia napoletana Pignalosa da 26 punti con il 67% dal campo, il team di Fantozzi ha avuto la forza e la voglia di ricompattarsi, trovando le energie necessarie per chiudere gli spazi in difesa e attaccare con continuità il canestro avversario. La vittoria porta come sempre la firma del collettivo tra cui spicca stavolta la monumentale prestazione di Sebastiano Grasso. Il capitano nero arancio ha dato un notevole contributo alla causa, 18 punti con il 70% dal campo e  11 rimbalzi (7 offensivi) gettando il cuore oltre l’ostacolo. Con Grilli sottotono, 0/8 dalla lunga distanza con il 3/14 dal campo (21%) ci ha pensato “Bum Bum” Caprari con le sue bombe a rialzare la squadra nei momenti di maggiore difficoltà. Un po’ in ombra il centro Cappanni, non in condizioni fisiche ottimali e non ancora entrato perfettamente nei giochi di Fantozzi, qualche errore di troppo in fase realizzativa e un po’ molle in difesa. Prossimo impegno domenica 30 alle ore 18 contro il Palestrina per la settima giornata del campionato di DNB girone C.
DNB girone C – 6° giornata
LIOMATIC VIOLA RC – AUTOSOFT SCAURI  87-78
Parziali: 15-13, 23-17, 16-23, 33-25
Arbitri: Somensini Simone di Manerba del Garda (BS) e Spinelli Matteo di Pavia (PV)
LIOMATIC VIOLA RC
Caprari 21, Grasso 18, Paparella 16, Grilli 11, Potì 6, Sereni 5, Coronini 4, Gambolati 4, Cappanni 2
Coach: Fantozzi Alessandro
AUTOSOFT SCAURI
Pignalosa 26, Raskovic 18, Marinello 10, Valentino 7, Requena 6, Basile 5, Violo 4, Richotti 2
Coach: Pieri Federico

Novità in quintetto per coach Fantozzi che schiera sul parquet Paparella, Grilli, Caprari e Gambolati con Grasso al posto di Sereni. In un Pala Calafiore semi deserto, pochi i tifosi presenti sugli spalti per il primo turno infrasettimanale della stagione, inizia il match tra Viola e Scauri. Primo quarto: ritmo lento e difese soft, sono gli ospiti a partire subito in quarta, sottomano di Raskovic ad aprire i giochi, il primo canestro della Viola arriva con la penetrazione di Paparella, ma è Scauri a spingere il piede sull’acceleratore, Pignalosa con l’arresto e tiro e ancora Raskovic da sotto per il 2-6 dopo 3 minuti di gioco. L’approccio dei reggini è da dimenticare, buona difesa  a zona dei laziali che creano non poche difficoltà ai nero arancio. Polveri bagnate per Grilli (0/2 da tre), solo  il “piccolo” Paparella riesce ad andare a punti, la Viola a questo punto si affida alle giocate dei singoli, tripla di Caprari e i padroni di casa si portano a condurre il match, 7-6. Si gioca prevalentemente sotto le plance, arriva la perentoria schiacciata a una mano dell’argentino Requena e l’appoggio del solito Raskovic  da una parte e il canestro da sotto di Gambolati dall’altra. Capitan Grasso segna 4 punti di fila, dopo il momentaneo 10 pari è +2 Viola, punteggio basso e errori al tiro da entrambe le squadre. Ingenuità della difesa reggina, Gambolati perde palla, ne approfitta Di Ciotti che indisturbato appoggia in contropiede, coach Fantozzi non è contento e chiama timeout. Nell’ultimo minuto arrivano i liberi del capitano e la rubata di Grilli per il 15-13. Secondo quarto: Requena ha sempre la meglio su Cappanni in netta difficoltà, coach Fantozzi lo sostituisce con Grasso che appena entrato firma un parziale di 4-0. Scauri non accusa il colpo, anzi controbatte con Pignalosa, Basile e una tripla di Marinello e si riporta avanti nel match, Fantozzi è costretto a chiamare timeout. Dal rientro sul parquet è Caprari a muovere la retina con la tripla, pareggio immediato di Basile da sotto. Per la Viola piovono triple, centrale di Paparella e dall’angolo di Caprari, 28-23, “Bum Bum” si scatena, due volte dalle media distanza ed è +7 Viola a 2’24” dal termine. Scauri prova a scuotersi, semi gancio di Violo, ma continua il buon momento della Viola, bel canestro del solito Caprari in reverse e dell’argentino Paparella che segna dopo aver rubato palla, 36-35. Scauri si affida al gioco in post basso con Requena, un Grasso tutto cuore e grinta, cattura il rimbalzo offensivo e appoggia. Allo scadere dei 24” Pignalosa riesce a segnare da metà campo,una preghiera la sua che va ad infilare la retina, 38-30 e si va all’intervallo. Terzo quarto: Requena subito a segno, continua il buon momento di capitan Grasso, canestro in sotto mano per il 40-32, Violo si butta dentro, altri due punti per Scauri. Gambolati va a segno per la Viola, mentre rientra in difesa si scontra con Grasso che è costretto ad uscire, un colpo al naso che lo costringe ad accomodarsi in panca, rientrerà sul parquet poco dopo. Inizia la gara del tiro da tre punti, prima Pignalosa per il -5 Scauri e poi Caprari dall’angolo, 45-37, Pignalosa è inarrestabile, firma 5 punti di fila e ricuce lo svantaggio, -3. La Viola soffre, penetrazione di Paparella e nuovo +5, Pignalosa si carica la squadra sulle spalle, ruba pala e indisturbato infila la tripla nell’angolo, 47-46, -1 Viola, allarme rosso. Tripla di Coronini e canestro di  Raskovic , squadre a contatto. Cappanni ben servito da Caprari, ma è ancora Raskovic a punire una difesa reggina troppo soft, momenti di confusione, Viola in difficoltà, ne approfitta Scauri che con Marinello passa in vantaggio 51-53. Sul finale è Potì con una tripla a regalare ossigeno puro ai nero arancio, 54-53. Quarto quarto: La Viola prova ad allontanare Scauri, Sereni infila la tripla, Cappanni perde palla a rimbalzo e Marinello ne approfitta, ancora il giovane Potì con la tripla nell’angolo a scacciare via i laziali, rientra Grasso a sostituire un Cappanni in ombra. Raskovic da sotto e Coronini in penetrazione, 62-58, gara che sale d’intensità, ritmo veloce e belle giocate in transizione, Grilli lasciato solo per il 64-60. Un Grasso monumentale  con il naso sanguinante, segna e subisce il fallo, è il capitano a scuotere i compagni, 66-60. Scauri non demorde e si rifà sotto con la tripla di Valentino, ma segna sempre lui, Grasso , con rabbia da sotto e Viola al +5. Scatto d’orgoglio ospite con Pignalosa e Raskovic e Scauri si porta al -1. Sereni appoggia a canestro, la difesa nero arancio sale di livello, Caprari con l’arresto e tiro e Raskovic lasciato solo con la tripla. Il ritorno di “Bub Bum”, canestro di fondamentale importanza dalla media nel momento più difficile, 75-70.Nell’ultimo minuto si va dalla lunetta, Scauri con Pignalosa, 2/2 e la Viola con Grilli 3/4 80-72. Pignalosa non vuol deporre le armi, tripla centrale ed -6 a 51” dal termine. Scauri ci prova con il fallo sistematico, ma è troppo tardi, con i passi fischiati a Valentino svaniscono le ultime speranze degli ospiti finisce 87-78, la Viola può festeggiare la cinquina stagionale!