Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Seconda Divisione,pari interno per la Vibonese

Seconda Divisione,pari interno per la Vibonese

Vibonese-Gavorrano 2-2 (pt 18’ Doukara, st 2’ Rosati, 30’ Puntoriere, 37’ Fioretti su rigore)

VIBONESE (4-4-2): De Filippis (32’ st Saraò); Benincasa, Petrucci, Cosentino, D’Agostino; Mazzetto, Corapi, Cosenza, Dominici (32’ st Mercuri); Doukara, Puntoriere. A disp. Oliva,

Vitale, De Francesco, Saturno, Amendola. All. Ferrante-Viola

 

GAVORRANO (4-3-1-2): Addario; Tugnarelli, Miano, Dascoli, Menichetti; Manzo (1’ st Rosati), Galbiati, Nicoletti; Lo Sicco (32’ st Germani); Fioretti Pulina (21’ st Nocciolini). A disp. Santandrea, Alderotti, Nencioli, Masini. All. Pagliuca

ARBITRO: Dei Giudici di Latina (Allegra di Messina e Di Federico di Lodi)

RETI: NOTE: spettatori 300 circa, giornata fredda e di pioggia, manto erboso in non perfette condizioni. Ammoniti: Doukara, De Filippis, Benincasa, Saraò, Petrucci (V), Tugnarelli (G). Espulsi Cosenza (V) per gioco falloso al 37’ st e Saraò (V) al 47’ st per proteste. Angoli: 3-4. Rec. 1’ pt, 5’ st.

 

Solita, incredibile, rocambolesca partita della Vibonese al “Luigi Razza”. Per due volte in vantaggio i rossoblù si fanno raggiungere nella ripresa e, alla fine, rischiano di perdere e incassare il secondo ko consecutivo. A riscaldare l’atmosfera ci pensa Doukura che al 18’ vince un contrasto con Dascoli al limite dell’area e si ritrova solo davanti ad Addario. Il franco-senegalese non sbaglia firmando il suo secondo gol in campionato. La partita è giocata a buoni livelli, ma prevalentemente a centrocampo. Un canovaccio che resta immutato anche dopo il gol della Vibonese. La compattezza e la generosità dei padroni di casa fanno la differenza. Fioretti e compagni faticano a trovare spazi, pressati costantemente dai rossoblù. A31’ Galbiati pesca in area Miano che di testa alza troppo la mira davanti a De Filippis. La ripresa si apre con un cambio: Pagliuca lascia negli spogliatoi Manzo e inserisce Rosati. Mossa azzeccata: al primo affondo è proprio il neo entrato a infilare con un sinistro in diagonale De Filippis. Il nuovo vantaggio arriva al 29’ quando D’Agostino crossa in mezzo, Addario non trattiene e Puntoriere dimostra il suo fiuto per il gol spingendo la palla in rete. Non basterà per regalare il primo successo alla Vibonese. I guai iniziano proprio qui. De Filippis alza bandiera bianca per infortunio ed entra Saraò. Al 37’ però i rossoblù si fanno sorprendere. Cosenza commette fallo da rigore e viene anche espulso. Dal dischetto Fioretti non sbaglia e sigla il 2-2 finale.