Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Vibo, volley Tonno Callipo: buon esordio a San Giustino

Vibo, volley Tonno Callipo: buon esordio a San Giustino

Partenza con il piede giusto per la Tonno Callipo Vibo che, alla prima uscita ufficiale della stagione, ottiene due punti preziosi nell’ostica trasferta umbra contro l’Energy Resources San

Giustino. Qui, al termine di un entusiasmante e combattutissimo match, i giallorossi conquistano la vittoria al tie break festeggiando così con un successo l’esordio in Serie A1, in veste di primo allenatore, di mister Gianlorenzo Blengini.
Sulla prima vittoria in questo campionato si è espresso il Presidente Pippo Callipo: «Faccio i complimenti di vero cuore a tutta la squadra e a mister Blengini, perché ieri ho visto scendere in campo una formazione agguerrita e concentrata che, nonostante le difficoltà ambientali, è riuscita a rimanere sempre attenta nel corso di cinque lunghissimi set, lottando su ogni pallone e portando a casa due punti importantissimi. Siamo solo ai primi passi di questo campionato ancora molto lungo e difficile, ma il fatto di essere partiti con il piede giusto mi fa ben sperare e sono convinto che, se questo gruppo riuscirà a mantenere la grinta e la determinazione mostrate ieri a San Giustino, farà sicuramente molto bene. Ora aspettiamo con trepidazione la prima partita in casa, domenica contro Cuneo, per sostenere da vicino e applaudire la nostra squadra. Per questo invito tutti gli amici sportivi calabresi a far sentire il proprio affetto riempiendo il palazzetto di Vibo e sostenendo i colori giallorossi in questa nuova stagione».  
Positivo anche il commento di coach Chicco Blengini: «Come spesso accade nelle partite d’inizio stagione, ci sono sempre più imprecisioni di quelle che vorresti vedere. Ciononostante la cosa più importante che è venuta fuori da questa prima partita è stata la nostra capacità di non perdere il controllo della situazione in un clima così rumoroso come quello del palazzetto di San Giustino, specie dopo aver perso ai vantaggi il terzo set. In quel momento abbiamo rischiato di farci travolgere, ma poi ci siamo sciolti e siamo riusciti a vincere il quarto set. Nel tiebreak ci sono state due spaccature: nella prima parte siamo stati più bravi noi. Nella seconda, con Creus in battuta, San Giustino ha recuperato e solo la nostra maggiore concentrazione è stata determinante per la vittoria. È stata comunque una partita molto combattuta, certamente condizionata dall’infortunio di Starovic anche se neanche per noi è stato facile sfruttare questo vantaggio a partita avviata, una volta che i ritmi di gioco erano già acquisiti. È stato necessario, al contrario, trovare le nuove contromisure su chi ha sostituito Stanovic. Mi è piaciuta la prova caratteriale e l’agonismo dimostrato, senza mai perdere la lucidità, fattore che ci ha aiutato a non commettere errori e ad essere efficaci in attacco».