basketpallone
di Gianni Tripodi –
Tutto in quaranta minuti. La resa dei conti è arrivata. Questa sera alle ore 19 al Pala Fantozzi di Capo d’Orlando la Viola affronterà l’Upea in gara 3 di finale playoff, la “bella”, gara che vale un’intera stagione perché decreterà  chi, il prossimo anno, giocherà in A dilettanti.

Una partita vietata ai deboli di cuore in cui nessuna delle due squadre, arrivate fin qui dopo un lunghissimo cammino durato nove mesi, ci sta a perdere. Due società partite con obiettivi e budget ben diversi, l’Upea è stata costruita per vincere fin da subito, per la Viola invece,“salvata” quest’estate dalla cordata gioiese con a capo Giancesare Muscolino bastava semplicemente essere presente ai nastri di partenza del campionato di serie B dilettanti. E’ stata una stagione ricca di soddisfazioni al di sopra delle più rosee aspettative, nessuno si sarebbe aspettato di rivedere la Viola in campo a giugno, una piacevole sorpresa ,merito del coach e del suo gruppo che a suon di vittorie sono riusciti a far tornare l’entusiasmo in città. Arrivati a questo punto i nero arancio hanno già vinto, ma dopo aver pareggiato i conti nella serie non vogliono di certo fermarsi ad un passo dal traguardo e Fantozzi ha chiesto ai suoi di compiere l’ultimo sforzo. La prima partita è stata persa in malo modo da Grasso e compagni, in gara 1 i nero arancio non sono riusciti a limitare l’attacco straripante dei siciliani che ha punito una difesa troppo soft con penetrazioni e conclusioni dalla lunga distanza. Concesso all’Upea il 55% da tre punti che alla fine è risultato determinante. Sotto 1-0 la Viola non si è demoralizzata, anzi, ha cercato in tutti i modi di riacciuffare una serie che poteva chiudersi giovedì al Pala Calafiore. Decisamente tutt’altra musica in gara 2 dove con cuore e sacrificio i nero arancio hanno inflitto, dopo una gara ricca di emozioni, la sconfitta ai siciliani rinviando di fatto la pratica promozione alla “bella”. Che Viola vedremo questa sera?  Il pubblico reggino spera innanzitutto di vedere in Sicilia una squadra combattiva, ma per espugnare il “fortino” del Pala Fantozzi, inviolato dall’inizio di stagione e vero punto di forza della squadra allenata da coach Condello, i nero arancio dovranno disputare la gara perfetta. A Capo d’Orlando Grasso e compagni troveranno un clima infuocato, bisognerà mantenere la giusta concentrazione e tirar fuori la grinta, senza forzare in attacco e stringendo le maglie in difesa per limitare l’enorme potenziale offensivo della squadra siciliana. La missione non è poi così tanto impossibile, basta crederci, forza Viola!

Serie B Dilettanti, Girone D – Finale Playoff – Gara 3
Domenica 5 giugno 2011 ore 19.00 – Pala Fantozzi di Capo d’Orlando
Upea Capo d’Orlando – Liomatic Viola RC
Arbitri: Binda Emiliano di Ancona (AN) e Giampietro Stefano di Chieti (CH)
Upea Capo d’Orlando
Quintetto iniziale: 19 Zampolli, 20 Rossi, 8 Caprari, 14 Costantino e 7 Agosta
Panchina: 12 Albertinazzi, 4 Peresini, 15 Caula, 6 Caruso, 16 Saponi
Coach: Condello Giuseppe
Liomatic Viola RC
Quintetto iniziale: 6 Zampogna, 20 Degregori, 14 Ricci, 13 Grasso e 7 Dalfini
Panchina: 19 Mobilia, 9 De Marco, 5 Padova, 15 Crucitti, 12 Lorenzetti
Coach: Fantozzi Alessandro