basketpallone
di Gianni Tripodi –
Ci siamo, l’attesa è finita. Questo sera alle ore 19, al Pala Fantozzi di Capo d’Orlando, la Viola affronterà l’Upea nel primo incontro della finale playoff.

In terra siciliana andrà in scena il duello tanto atteso, la sfida infinita tra due squadre che, secondo i pronostici erano destinate ad arrivare fino in fondo. Entrambe non hanno tradito le aspettative, per tutta la stagione hanno sgomitato in vetta alla classifica e adesso è finalmente arrivato il momento della verità, solo una potrà festeggiare l’ambita promozione in serie A dilettanti. Serie finale al meglio delle tre gare, si inizia questa sera quindi con gara 1, mercoledì 2 giugno si giocherà al Pala Calafiore, mentre per l’eventuale “bella” si tornerà a Capo d’Orlando domenica 5 giugno visto che i siciliani hanno ottenuto il fattore campo durante la stagione regolare, primi a pari merito con i reggini, ma con la  miglior differenza canestri. Come sono arrivate fin qui le due squadre? La Viola ha fatto fuori prima l’Accademia Campobasso (2-0) e poi il Martina Franca (2-0) mantenendo l’imbattibilità in questi playoff, l’Upea invece ha avuto la meglio su Ceglie solo dopo aver disputato tre incontri (2-1) ed infine  in semifinale contro Corato (2-0). La Viola è partita ieri pomeriggio alla volta di Capo d’Orlando, la brutta sconfitta subita in campionato contro i siciliani nel girone di ritorno è ormai solo un lontano ricordo, coach Fantozzi ha caricato a dovere i suoi giocatori che scenderanno sul parquet del Pala Fantozzi con uno spirito ben diverso da quello del 6 marzo.  L’Upea chiaramente spera di vincere tra le mura amiche e poter far valere il fattore campo, il Pala Fantozzi non è ancora mai stato espugnato dall’inizio della stagione, playoff compresi e, starà a Grasso e compagni infliggerle il primo dispiacere. In settimana i nero arancio hanno provato e riprovato nei minimi particolari gli schemi da eseguire in questa sfida, tutti a disposizione per Fantozzi tranne i soliti Ruggeri e Cavalieri. L’uomo playoff è senza dubbio l’argentino Leo Ricci, con 16.2 punti a partita ha dimostrato di trovarsi a suo agio in questa fase finale, dando un notevole contributo alla causa reggina che, grazie alla solita eccellente difesa, è riuscita a risolvere gli incontri più ostici ed è arrivata fin qui. Coach Condello potrebbe recuperare in extremis l’italo-argentino Caruso, assente dal parquet dall’inizio dei playoff, in settimana si è allenato con il resto del gruppo e questo sera potrebbe giocare qualche minuto. La difesa reggina dovrà prestare particolare attenzione alle penetrazioni dei “piccoli”, Albertinazzi e Zampolli e alle triple di Rossi e Caprari, implacabili dalla lunga distanza. Settimana di preparativi per entrambe le tifoserie che si sono mosse tramite Facebook, il social network più diffuso, hanno lanciato una simpatica iniziativa. Da una parte, sponda Upea, “Per la finale vestiti di bianco” mentre dall’altra, sponda Viola, “Io vado a Capo d’Orlando vestito d’Arancio”, ci si attende un Pala Fantozzi colorato a festa per una sfida che sarà senza dubbio tirata ed emozionante. Il calore del pubblico reggino non mancherà, arriveranno infatti dall’altra parte dello Stretto due pullman carichi di supporter nero arancio che assieme ad altri tifosi che, arriveranno con mezzi propri, invaderanno l’impianto di Piazza Bontempo per spingere la squadra verso la vittoria, forza Viola!
Serie B Dilettanti, Girone D – Finale Playoff – Gara 1
Domenica 29 maggio 2011 ore 19.00 – Pala Fantozzi di Capo d’Orlando
Upea Capo d’Orlando – Liomatic Viola RC
Arbitri: Cannoletta Gregorio di San Nicola la Strada (CE) e Belfiore Mauro di Napoli (NA)
Upea Capo d’Orlando
Quintetto iniziale: 19 Zampolli, 20 Rossi, 8 Caprari, 14 Costantino e 16 Saponi
Panchina: 12 Albertinazzi, 4 Peresini, 15 Caula, 6 Caruso, 7 Agosta
Coach: Condello Giuseppe
Liomatic Viola RC
Quintetto iniziale: 6 Zampogna, 20 Degregori, 14 Ricci, 13 Grasso e 7 Dalfini
Panchina: 19 Mobilia, 9 De Marco, 5 Padova, 15 Crucitti, 12 Lorenzetti
Coach: Fantozzi Alessandro