palapen
di Domenico Condò –
Sembra di essere tornati ai vecchi tempi…a quegli anni d’oro che ancora animano e accendono i cuori di tutti gli sportivi reggini, il cui ricordo di quelle mirabili gesta compiute da giocatori ed allenatori fantastici tengono ancora molti svegli la notte….

E adesso sembra di essere tornati a quei momenti, per le strade della città si assapora quel clima di fulgido entusiasmo, quella instancabile passione di una volta che ormai sembrava smarrita, la Viola torna ad essere un argomento in voga al bar, tra gli amici, così com’era in passato. Il pubblico reggino sta riscoprendo in questi ragazzi quello spirito “viola” mai domo, che ha sempre contraddistinto la sua squadra ed ha portato in giro per la città l’immagine positiva e pulita di Reggio Calabria.

Tutto questo è merito di una società che sta mettendo in campo, è proprio il caso di dirlo, tutto l’impegno necessario per ridar vita ad una realtà importante e che sta conseguendo risultati inaspettati, partendo da zero, arrivando persino a dominare il campionato della nostra categoria. Tutti i reggini hanno compreso gli sforzi e la valenza dei risultati ottenuti sin qui e la dimostrazione di questo è data dalla grande affluenza del popolo neroarancio che si prevede al PalaFantozzi di Capo d’orlando questa domenica per incitare e spingere i ragazzi, che scenderanno in campo, verso un sogno che  fino a qualche anno fa sembrava pura illusione.

E’ stato un anno prolifico e costruttivo sotto tutti gli aspetti, da quando questa estate il presidente Muscolino, il vero “deus ex machina” di questa “rinascita viola”, ha intrapreso questo viaggio, nel corso del quale si sono poste solide basi per garantire alla società un futuro roseo e di continua crescita, con la speranza che si possa arrivare lontano….

Un plauso per il lavoro sin qui svolto va fatto a tutti coloro che gravitano attorno al mondo neroarancio e che hanno dato un fondamentale contributo in un anno virtuoso come questo, che trova il suo epilogo in questa finale playoff di assoluto spessore tra due squadre che hanno espresso il miglior basket della categoria. Un incontro assolutamente da non perdere per sostenere il Team neroarancio, verso questa scalata ambiziosa, che potrebbe far rivivere alla città i fasti di una volta.

Uno scontro tra due vere corazzate della categoria che si equivalgono per valori espressi in campo e che daranno vita, ne siamo sicuri, ad una seria avvincente e appassionante, in cui il verdetto dipenderà da piccoli episodi, a favore di una o dell’altra squadra. L’onda neroarancio è pronta dunque a partire alla volta di Capo d’Orlando ed a far sentire tutto il calore ed il sostegno alla squadra verso un obiettivo comune: B1.