basket_pallone-b

di Gianni Tripodi – Doveva essere l’incontro decisivo. Ieri sera in città si sono nuovamente incontrate le due parti, da un lato la “vecchia proprietà” e dall’altro la cordata gioiese. Stavolta era presente il patron Muscolino (assente nel precedente incontro) che ha

discusso ampiamente assieme ai suoi collaboratori con i soci del Team Basket Viola fino a tarda notte. L’attesa fumata bianca non è arrivata neanche stavolta. Non c’è l’accordo su tutto.  Ci sono ancora degli aspetti da chiarire prima di ufficializzare l’entrata in società dell’imprenditore gioiese. Si  parla di un settore giovanile nero arancio che la “vecchia proprietà” non vuol far rientrare nell’affare, ma senza quest’ultimo sembrerebbe che possa saltare tutto.

La cordata gioiese guidata da Giancesare Muscolino e Gaetano Condello ha presentato un serio e importante progetto per il futuro della Viola Basket:  risanamento dei debiti e pianificazione triennale . Il “pacchetto” Viola è inscindibile dal settore giovanile, l’obiettivo è quello di creare un serbatoio di risorse umane, senza non ci sarebbe futuro. Il pomo della discordia in sostanza è questo, il settore giovanile. Le carte son già pronte, manca solamente il nero su bianco. Se la “vecchia” proprietà  accetterà di inserire nella trattativa il settore giovanile assieme alla Scuola Basket Viola del rione Modena l’affare andrà sicuramente in porto, in caso contrario, l’interesse gioiese verrebbe meno . Tutto quindi dipenderà dai soci del TBV che avranno 48 ore di tempo per decidere, lunedì è il giorno decisivo. Oggi arriverà un comunicato ufficiale volto a smentire la notizia di accordo tra le due parti già concluso. Il patron Muscolino come ci ha detto l’Assessore allo Sport di Gioia Tauro Gaetano Condello è una persona aperta, crede molto in questo progetto, non gli interessa la serie B dilettanti (la Cestistica Gioiese continuerà comunque il suo percorso), ma creare un solido progetto sportivo per la provincia di Reggio Calabria.