Si è svolta ieri nella sala del Consiglio regionale “Nicola Calipari” la cerimonia di assegnazione delle onorificenze al merito sportivo organizzata dal Comitato Regionale del Coni. Alla presenza di numerose autorità civili, militari e religiose tra cui il sindaco della città Metropolitana di Reggio C. Giuseppe Falcomatà, il Presidente del Consiglio calabrese Nicola Irto, l’Assessore Regionale allo Sport, il Presidente regionale del C.O.N.I. Maurizio Condipodero e l’ex presidente C.O.N.I. Mimmo Praticò. Ad essere premiato anche il M° Vincenzo URSINO unico rappresentante del comprensorio Locrideo. A lui è infatti stata assegnata la prestigiosa Stella di Bronzo al Merito Sportivo per l’anno 2016. Il CONI Nazionale ha ritenuto di pregiare il M° Ursino sulla base dei numerosi riconoscimenti acquisiti negli anni come dirigente sportivo. Dal 1988 ad oggi il M° Ursino ha collezionato una serie crescente ed inarrestabile di premi, giunti a testimonianza dell’alto livello di qualità e del costante impegno profuso nello sport, di cui è stata riconosciuta l’instancabile e meritoria attività trentennale. La Stella di Bronzo al Merito Sportivo, conferito per la prima volta ad un Roccellese dimostra la rilevanza a livello nazionale ed internazionale riscossa dal Centro Studi Karate da lui presieduto. Il CSK  è espressione di una realtà locale propiziatrice di speranze capace di esprimere attraverso l’impegno nell’esercizio del karate un insieme di valori, regole e di una ferrea disciplina culminanti nel costante conseguimento di risultati da parte degli atleti. Ed è proprio agli atleti che il presidente ha voluto dedicare la Stella di Bronzo: ” Voglio condividere ed estendere, ha infatti dichiarato Vincenzo Ursino, questa onorificenza con tutti i nostri atleti attuali e passati, poichè è proprio grazie al loro impegno e alla loro dedizione che oggi posso pregiarmi di un simile illustre riconoscimento”. Un grazie, infine, Ursino lo dedica anche a tutti i genitori: “lo spirito di gruppo e l’entusiasmo delle famiglie, ha concluso il presidente, sono la base di questi grandi traguardi”.