La Reggina nella sua storia ha conosciuto l’onta di una non iscrizione che l’ha costretta a ripartire dalla Serie D con un nome strano (ASD Reggio Calabria).

Volenti o nolenti, quel capitolo fa parte della storia del calcio reggino e in quella stagione diversi protagonisti hanno provato ad onorare la maglia amaranto, seppur in un campionato dilettantistico conducendola fino ad un quarto posto che è valso il ripescaggio tra i Pro.

Ecco che fine hanno fatto i protagonisti di quell’annata.

In questo primo viaggio ci occuperemo dei portieri e dei difensori:

Marco Ventrella, portiere classe ’96 molto discusso in quella stagione, dovrebbe aver chiuso con il calcio.  Mattia Licastro (’95) è ancora in squadra ed è il secondo di Cucchietti, mentre Comandè (’98)era ripartito da un prestito alla Cittanovese in questa stagione che non ha avuto successo.

Danilo Cucinotti, classe ’87, guida la difesa della Palmese in Serie D dopo aver giocato una stagione tra i Pro con la Reggina.  Domenico Brunetti (’95) dopo un anno nel Roccella gioca attualmente nel Cassino, De Bode (’91) dopo un anno ulteriore da separato in casa a Reggio ora è impegnato con la Bustese,  Marco Cane (’92)dopo sei mesi di inattività ha appena trovato un ingaggio con la Vastese,  Carmelo Maesano (’96) dopo non aver trovato molto spazio a Reggio andrà a giocare a Trieste, Baccillieri (’98) è uno de punti di forza del Locri che sta dominando il campionato di Eccellenza.

Tra quelli che non hanno finito la stagione: Dentice (’95) gioca in Serie C nella Juve Stabia, Angelo D’Angelo (’87) dopo un biennio a Castrovillari è finito allo Scordia,  Francesco Mautone (’85) gioca con la Nocerina in D ed infine Condomitti (’95)è uno de punti di forza della Cittanovese.