di Giuseppe Calabrò – 

Gallico Catona  1 – Locri  2                                    Semifinale     Coppa Italia

Marcatori :  al 27 Iervasi (rig.), al 37 Cormaci, al 94 Ruggero

Gallico  Catona : Grillo 6, Fulco 6,5, Cruciiti 6, Gioia 7, Fayè 5,5, Scarcella 7, Gottuso 5,5 (al 78 Violante 6,5)

Penna 7, Monorchio 7 (al 71 Macchia 6), Cormaci 7,5 (al 46 Ferrato 6), Ciccone 6 (al 76 Marcianò) All. Misiti

Locri :  Galluzzo 7,, Varricchio 6, Coluccio 6, Castellano  6 (al 46 Lombardo 6), Iervasi 7 (al 72 Baccillieri 6 ),

Libri 7, Guttà 6,5, , Ruggero 7, Siano 7, Foti 7, Donato 6 (al 50 Lanza 6). All. Scorrano

Arbitro- Zangara di Catanzaro 4,5, Bellini di Catanzaro e Bilotta di Cosenza

Note-  Espulso al 64 Fayè per doppia ammonizione

Gallico-

Locri cinico e astuto fa il “ corsaro” contro un generoso Gallico Catona  , in 10 nell’ultima mezz’ora per

l’espulsione di Fayè , nella gara d’andata della semifinale di Coppa Italia.

Decisivi gli episodi in un match giocato su buoni ritmi , intensi sul piano fisico. Sia il Gallico Catona che il

Locri fanno turn – over,  gli amaranto ospiti sono privi anche di Conversi infortunato, inizia dalla panca

anche  Lombardo. Un extra time di quattro minuti scoppiettante e decisivo.  I locali sprecano con Ferrato,

Ruggero proprio all’ultimo secondo ha la zampata vincente.

Gallico Catona  che fa “rotazione” nella formazione, in porta gioca Grillo,  Ciccio Violante e Ferrato  entrano

in corsa. Recrimina sui tanti episodi non favorevoli soprattutto nella concessione del calcio di rigore agli

ospiti. Ma tant’ è… si è usciti dal campo fra scroscianti applausi per un ‘altra positiva prestazione,  giocando

senza timore al cospetto di una formazione di valore come il Locri seguito anche  da un centinaio di tifosi

locridei.

I locali sono per la prima volta in semifinale di Coppa Italia,  il Locri quest’anno è stato edificato per il

ritorno in serie D ed  intende compiere  il “bis” di successi in campionato e Coppa Italia.

Ruggero proprio nell’extra time, minuto 94, a seguito di un corner  calciato da Libri di testa energicamente

batte Grillo mandando il cuoio  all’incrocio destro su cui nulla ha potuto fare l’incolpevole estremo

difensore del Gallico Catona. E’ la rete del “colpo gobbo” che fa ipotecare al Locri la finale.

E pensare che un minuto prima proprio il neo entrato  Peppe Ferrato da pochi passi si era fatto parare un

tiro dal reattivo .Galluzzo. Questa è la perfida legge del calcio.

Inizia con un buon possesso palla il Locri che ha qualità e personalità, , il Gallico Catona temporeggia e tiene

bene il campo, il giovane Ciccone ( ex primavera Reggina)  è abile nel contrastare a metà campo  Siano,

mentre il duttile e positivo Totò Cormaci  giostra lateralmente a centrocampo. Andrea Penna , non al

meglio fisicamente, fa valere la sua corsa e l’ottima tecnica di base. Il “ metronomo”  Peppe Gioia agisce

davanti  alla difesa. Roberto Fulco sulla fascia destra  è una “furia” , Gottuso sull’out opposto parte male,

verrà sostituito.

Al 7 su un corner battuto dal centrocampista Castellano  Coluccio di testa manda a lato dalla porta difesa da

Grillo.

Al 14 ancora il Locri pericoloso. Lancio del giovane Foti, Donato da pochi passi spreca una ghiotta occasione

spedendo  la palla lontano dalla porta.

Al 19 si fa vivo il Gallico Catona, Totò Cormaci dai venti metri impegan Galluccio in una presa facile.

Al 27 si sblocca il risultato con tante polemiche . C’è un gran tiro del solito spumeggiante Libri (il migliore

dei suoi), Grillo smanaccia, Iervasi viene atterrato in area da Fayè  in presunta posizione di off side,

l’assitente di linea lo segnala, ma per Zangara ci sono tutti gli estremi della massima punizione.

Veementi le proteste dei giocatori del Gallico Catona, si consultano arbitro e assistente.

Il rigore è così decretato e dagli undici metri con una gran destro il bomber Iervasi batte Grillo.

Locri dunque in vantaggio, c’è la reazione dei ragazzi di mister Misiti.

Al 30 ci prova Manuel Monorchio , Galluzzo devia in angolo.

Al 37 il pari locale. Azione manovrata in linea da Penna a Monorchio che prontamente tira in porta un

proietto che viene deviato dal compagno di squadra Totò Cormaci, Galluccio è spiazzato e la palla rotola

in rete per l’1 a 1.

Per Totò Cormaci è l’ottavo sigillo stagionale.

La prima frazione di gioco si chiude in parità.

Nella ripresa nel Locri entrano Lombardo e Lanza.

E’ un Gallico Catona più aggressivo  in questa fase, Gottuso ha più spazi, al 64 un altro episodio negativo per

I locali. Seconda ammonizione per il difensore  Fayè, per più di mezz’ora gli uomini di Misiti in 10.

Si cautela la compagine di casa inserendo Peppe Marcianò in trincea.

Il finale è palpitante.  Nei quattro minuti di recupero succede di tutto. Il Gallico Catona  dilapida con

Ferrato, proprio alla scadere Ruggero di testa firma la rete del successo del Locri.

Locri  ringalluzzito dal successo esterno della semifinale di Coppa Italia che si proietta con vigore  alla super

sfida di  domenica In campionato nel derby contro il Siderno.

Gallico Catona che affronta con serenità i “cugini” dell’ Aurora per rafforzare la posizione play off.