La Reggina perde a Matera e saluta la Coppa Italia di Serie C.

“Abbiamo fatto – rivela  Maurizi – un buon secondo tempo, male nel primo tempo.  La nostra squadra ha schierato tanti giovani che non giocano mai, mentre i nostri avversari hanno fatto cambi che in campo hanno portato gente come Sartore e Giovinco, questo la dice lunga.”

E sui tanti gol presi negli ultimi tempi: “Non è la stessa cosa subire tre gol a Lecce e tre gol oggi. Era tutto diverso: portiere e linea difensiva. Non c’è attinenza tra le due gare.  Forse a volte pecchiamo in equilibrio”.

All’orizzonte tre sfide importanti: “Ci aspettano impegni con Bisceglie, Akragas e Sicula Leonzio che ci diranno chi siamo.  Da questi match scopriremo quanto ci sarà da soffrire in questo torneo. Dobbiamo restare con i piedi per terra in ogni caso”.