Dopo la prova da dimenticare contro Roma e il turno di riposo osservato la scorsa settimana, domani (ore 18.00) si torna in campo. Sulla strada della Conad Lamezia un avversario ostico come la Monini Spoleto, squadra costruita per il vertice ma che ha finora deluso le attese. Di fatto sarà la prima partita realmente preparata da coach Gianpietro Rigano, arrivato in casa giallorossa appena alla vigilia della sfida contro Roma

“Ero appena arrivato è vero, ma mi sentivo già dentro questo meccanismo e mi dispiace non aver fatto quello che un po’ tutti ci aspettavamo, cioè mantenere Roma  a 0 punti e portare tre punti alla nostra classifica – confessa il tecnico siciliano – Mi dispiace, mi brucia quella partita, mi brucia tanto. Adesso però testa a Spoleto perché sarà  una partita molto difficile ma per noi sarà fondamentale fare un passo avanti. I ragazzi ne avevano già fatti tanti nelle partite precedenti, dimostrano buon gioco, tenuta di campo, una buona organizzazione e abnegazione al sacrificio. Tutte cose che un po’ si sono perse contro Roma. Dobbiamo partire dall’entusiasmo che è stata per due partite la caratteristica principale di questa squadra e metterci dentro qualche correzione tecnico-tattica per fare qualche passo in più rispetto a prima. Mi aspetto comunque una partita giocata con un po’ più di attenzione e sicuramente con più voglia.  La determinazione e la volontà di dimostrare i ragazzi ce l’hanno, probabilmente non sempre riescono a dimostrarlo, ma sono convinto che questa settimana sarà diverso.”

In casa Spoleto a parlare è il secondo di coach Luca Monti, il calabrese Marco Lionetti

“Per me domenica sarà un derby  – racconta – da calabrese sentirò questa partita, ma la cosa che mi sta più a cuore è che la squadra faccia bene. Affronteremo una squadra composta da buoni giocatori, alcuni esordienti in A2, e dovremo fare molta attenzione.”

 

La gara valida per l’11° turno nel girone Bianco di Serie A e che sarà trasmessa in diretta su Lega Volley Channel a partire dalle 18, sarà arbitrata da Fabio Toni e Maurizio Merli di Terni.