AURISPA ALESSANO 2

CONAD LAMEZIA 3

 (25-22, 25-27, 21-25, 25-20, 11-15 )

Durata set: 29’-34’-32’-28’-29’Totale: 2h22

AURISPA ALESSANO: Leoni, Onwuelo 25,  Persoglia 3, Tomassetti 6, Lucarelli 19, Kaio Ribeiro 12, Bruno libero, Russo 1, Scardia 5, Serafino, Morciano libero, Cordano 1, Umek.

Non entrati: Avelli

Allenatore: Giuseppe Lorizio

Ace: 4, battute sbagliate: 17, muri: 12 , Ricezione: pos 35%, perf.16% ,  Attacco: 52%

CONAD LAMEZIA: Negron 6, Bigarelli 29, Usai 7, Aprile 14, Bruno 13, Fantini 9, Zito libero, Butera 2, De Santis, Alfieri 2,

Non entrati: Di Fino,

Allenatore: Vincenzo Nacci

Ace: 15, battute sbagliate:22, muri: 10, Ricezione: pos.47% ,perf.32% , Attacco: 45%

Arbitri: Luca Cecconato e Denis Serafin di Treviso

Finalmente! Arrivano finalmente i primi set vinti, i primi punti e la prima vittoria! La Conad si scrolla di dosso in un sol colpo tanti pesi dallo stomaco cominciando, ed era ora, a muovere la sua classifica.

In casa della Aurispa Alessano arriva una vittoria meritata, sudata e conquistata non senza affanni. Solito copione nel primo set con giallorossi che partono bene ma perdono la testa nei minuti finali. Belli e avvincenti secondo e terzo parziale che la Conad riesce a fare suoi. Poi nuovo passaggio a vuoto nel quarto set per riprendersi in maniera decisiva al ie-break.

Organico ridotto anche per la gara contro i pugliesi, non ci sono infatti Bizzotto e Szewczyk. Di Fino c’è ma non è al top, Butera è reduce da una settimana di influenza. Giocano i soliti, quelli della settimana scorsa contro Santa Croce. Negron-Bigarelli sulla diagonale principale, Usai-Aprile al centro, Bruno-Fantini in banda, Zito libero. Alessano schiera invece Leoni in cabina di reagia, Onwuelo opposto, Persoglia e Tomassetti al centro, Kaio Ribeiro e Lucarelli in banda,

Conscia di non potersi permettere ulteriori passi falsi la Conad parte decisa a non lasciare punti per strada. Sono Bruno e Bigarelli a fare la voce grossa e si passa avanti di 3 (9-12). Vantaggio che pian piano si riduce fino ad annullarsi quando Alessano riacciuffa il pari sul 18-18 costringendo Nacci a interrompere il gioco per provare a ricaricare i suoi ed evitare i finali di set ormai consueti dei giallorossi. La mossa da i suoi frutti perché al rientro in campo 2 punti consecutivi della Conad, con Fantini e Bigarelli, riportano i giallorossi avanti 18-20. È Lorizio allora a chiamare time-out e a conquistare, al rientro in campo, un break di 4 punti che porta per la prima volta in vantaggio i padroni di casa (23-21). Una palla contestata, un’invasione aerea fischiata a Negron regala poi la prima di 3 palle set ad Alessano che chiude alla seconda occasione 25-22.

L’ennesimo set perso nei punti finali, le solite amnesie e paure. Un copione già visto.

Al rientro in campo si riparte forte e con Bruno al servizio si va subito avanti 0-3. La Conad continua a spingere non sbagliando praticamente nulla, il vantaggio arriva a +6 (12-18) . Alessano prova a rifarsi sotto rimontando 3 punti fino al 15-18 ma la Conad è brava a non perdere la testa e a riportarsi prepotentemente avanti fino al 16-22. Si va avanti di break e contro break e Alessano, complici gli errori ora anche marchiani dei giallorossi, si riporta a sole due lunghezze (20-22). Sul 21-24 la Conad ha per la prima volta in questa stagione l’occasione per chiudere un set a suo favore. I tentatavi sono 3. Alessano li annulla tutti fino a riportarsi in parità 24-24. Con Bigarelli la Conad riconquista la battuta sul 24-25 e una nuova palla set ma Negron spedisce lungo il suo servizio e cancella la nuova possibilità di chiudere il parziale. È ancora Bigarelli a conquistare la nuova palla set ed è sempre il numero 8 a mettere il sigillo su quello che è il primo set vinto dalla Conad in questa stagione (25-27).

Un tabù finalmente sfatato, un primo passo risalire la china. Alleggerita da questo peso la Conad parte forte anche nel terzo set portandosi subito avanti 2-6. Alessano ha accusato invece il colpo, Lorizio richiama in panchina Leoni e inserisce al palleggio Cordano (prima aveva cambiato anche il libero cob Morciano al posto di Bruno), ma per la Conad è facile prendere il largo 10-19. Forse convinti che il più sia fatto la Conad accusa una fase a vuoto che permette ai padroni di casa di riportarsi a -5 (15-20). L’insidiosissimo turno in battuta di Scardia riporta Alessano con il fiato sul collo dei giallorossi 20-23. È lo stesso Scardia a spedire largo il servizio che regala alla Conad 4 palle per chiudere il parziale. Fallita la prima i giallorossi chiudono alla seconda occasione grazie all’errore in battuta di Onwuelo che regala così il primo punto ai lametini.

Nel quarto set Lorizio lascia Cordano in cabina di regia e Morciano libero. La Conad sembra partire di slancio come nei set precedenti (5-7) ma poi subisce un break di 6 punti che ribalta il risultato in favore dei padroni di casa (11-7). Nacci inserisce Butera per Fantini e Alfieri per Negron. Proprio Alfieri, al servizio fa male ai padroni di casa, 4 mandano in crisi la ricezione di casa (una è punto diretto) e si va sul 14-14. Poi però va in battuta Scardia e i dolori sono ora per la ricezione giallorossa. Alessano riprende il largo 22-17 e chiude con questo vantaggio 25-20.

La gara si decide al ti-break e un paio di palle contestate accendono subito i primi scambi. La Conad parte forte e accumula subito un vantaggio di 3 punti (4-7) salvo poi farsi rimontare fino al 9-9. Un ace di Bruno e un attacco out di Kaio Ribeiro riportano la Conad avanti di 3 (10-13). Una battuta a rete di Onwuel vale il 11-14 e 3 palle match per Zito e compagni. La battuta è affidata ad Usai che batte largo ma trova il tocco involontario di Kaio Riberio che vale il punto decisivo.