Settimana intensa quella appena cominciata per la Conad Lamezia con due sedute di allenamento congiunto in programma. Mercoledì 3 ottobre arriverà a San Pietro a Maida (alle 17,30) la Messaggerie Catania, squadra che parteciperà, così come i lametini, alla prossima serie A2 ma nel girone blu. Sabato 6, invece, si replicherà, ma a campo invertito, la sfida di sabato scorso con Lagonegro, inserita nel girone bianco esattamente come Di Fino e compagni.
Proprio in merito alla sfida contro i lucani si è espresso lo schiacciatore giallorosso Jacopo Fantini
“Questa è stata secondo me una prova positiva sotto molti aspetti – sottolinea il classe ’98 –  innanzitutto perché abbiamo giocato contro una squadra del nostro livello, una avversaria del prossimo campionato e la cosa era per noi fondamentale per riuscire a capire a che punto siamo sia a livello tecnico che di gruppo. Penso che a livello tecnico abbiamo giocato una buona partita anche se nei momenti importanti siamo un po’ mancati di concentrazione, non siamo stati sempre pienamente lucidi”
La banda, lo scorso anno in forza alla Ceramica Scarabeo Gcf  Roma in A2, analizza allora le potenzialità del gruppo giallorosso ma non si sbilancia sugli obiettivi stagionali
“Siamo una squadra  – sostiene – che tecnicamente, secondo me potrà dire la sua in questo campionato. Quando saremo al completo, con il rientro di Szewczyk, saremo una squadra di un buonissimo livello. Stiamo lavorando per fare bene, per dire la nostra. Ogni giorno stiamo dando il massimo in palestra per arrivare pronti all’inizio del campionato e per giocarcela contro qualunque squadra Per gli obiettivi vedremo più avanti, siamo una squadra giovane, abbiamo tutto da giocarci, tutto da dare. Vedremo come andrà, noi dovremo solo dare il massimo”