La Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia comunica di aver ingaggiato il
centrale Stefano Mengozzi. Classe 1985, il posto tre ravennate arriva a
vestire la casacca giallorossa dopo le ultime due stagioni trascorse con
la Calzedonia Verona. Mengozzi ha esperienza da vendere nella Serie A
italiana con tanti Campionati disputati tra Serie A2 e A1/SuperLega.
Giocatore duttile dal punto di vista tecnico-tattico, capace di mostrare
ottimi numeri sia in attacco che a muro, Mengozzi si è sempre distinto
per la caparbietà e la determinazione messe in campo nel corso della sua
carriera. Il nuovo posto tre giallorosso ha, inoltre, rappresentato un
pezzo importante della storia recente della pallavolo ravennate.
Nell’estate del 2008, infatti, parte la scalata di Mengozzi e della
Robur Ravenna dalla Serie B1 alla Serie A nell’arco di tre stagioni. Dal
2011-12 al 2015-16 Mengozzi si conferma tra i migliori centrali del
Campionato e nella primavera del 2015 arriva la convocazione in
Nazionale dove ha modo di mettersi in luce nella World League. Ora, dopo
i due anni trascorsi a Verona, Mengozzi vuole ritornare ad essere
protagonista con la maglia della Tonno Callipo nel prossimo Campionato
di SuperLega Credem Banca.

“Vibo e la Tonno Callipo – ha affermato Stefano Mengozzi – la prendo
come una ripartenza, come una nuova sfida. Dopo le due stagioni di
Verona dove non ho avuto tantissimo spazio, sento ancora di poter far
bene nella SuperLega ed è per questo che ho accettato con grande
entusiasmo la proposta della Tonno Callipo. C’è un progetto interessante
e non vedo l’ora di iniziare a lavorare. La nostra sarà una squadra – ha
proseguito il centrale ravennate – che dovrà lottare in ogni partita e
dovrà essere sempre umile. Sono molto felice di ritrovare Zhukuoski,
insieme abbiamo giocato a Ravenna qualche stagione fa. Per me sarà poi
una novità la Calabria e Vibo Valentia, città che conosco solamente
pallavolisticamente avendo giocato tante partite da avversario in un
palazzetto che ricordo sempre bello carico e caldo. Sarà interessante –
ha concluso Mengozzi – giocarci non più contro, ma da protagonista con
accanto il tifo dei tifosi giallorossi che saluto calorosamente”.