ompagini. Vittoria ottenuta al tie-break per la compagine del presidente Pippo Callipo, sotto 0-2 nel conto dei set. Partita scorbutica, a tratti brutta per i molteplici errori palesati in campo dalle due squadre, ma dall’elevatissimo contenuto agonistico. Due squadre che non hanno mai mollato e che hanno provato fino alla fine a fare loro la posto in gioco. Al fischio d’inizio il tecnico ospite Barbiero, sempre privo di due “pivot” come Petkovic e Santucci, ha confermato lo schieramento di Gara 2 con Seganov al palleggio, Duncan-Thibault opposto, Caneschi e Mattei al centro, Rosso e Nielsen di banda, Mauti libero. Mister Fronckowiak ha risposto con Coscione al palleggio, Patch opposto, Costa e Verhees al centro, Lecat e Massari in posto 4, Marra libero. Nei primi due set Sora, trascinata da un immarcabile Nielsen (29 punti al termine della partita con il 59% in attacco e 5 muri) e da un ottimo Duncan-Thibault, ha fatto valere la propria superiorità in battuta e la capacità di commettere meno errori rispetto alla Tonno Callipo nel secondo set. Persi i primi due parziali per la Tonno Callipo è iniziato un nuovo corso: in campo Presta e Domagala al posto di Verhees e Patch con i giallorossi che hanno aumentato la loro intensità di gioco trascinati dai due posti 4, Lecat e Massari, e da un lucidissimo Coscione. Mattone su mattone, la Tonno Callipo ha approfittato anche di un calo fisiologico dell’avversario ed è stata trascinata da Lecat (il belga Mvp del match con 19 punti realizzati con il 54% in attacco). Raggiunto il tie-break, è stata una lotta di nervi punto a punto fino alla fine. Nel finale il break decisivo che ha portato i giallorossi sul 14-12 e poi l’urlo liberatorio di un PalaValentia festante dopo l’attacco vincente del centrale brasiliano Costa. E ora per la squadra di coach Fronckowiak si aprono le porte dei quarti di finale con la gara di andata che si giocherà domenica prossima, giorno di Pasqua, al PalaValentia (ore 18), contro la Calzedonia Verona.

Mvp: François Lecat
Spettatori: 466

François Lecat (Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia): “Era una partita difficile, soprattutto mentalmente dopo aver perso Gara 2 a Sora. Oggi eè stata una grande battaglia, loro hanno giocato bene, ma abbiamo mostrato un bel carattere e questo è importante in una stagione molto difficile per noi. Ora questa vittoria ci da molto morale in vista del prossimo avversario, stasera questa vittoria ci carica molto”
Andrea Mattei (Biosì Indexa Sora): “Sono stati cinque set molti combattuti, ha vinto il migliore. Il nostro è un gruppo che ha cresciuto molto nel corso della stagione, stavamo giocando molto bene nell’ultimo periodo, perciò rimane il rammarico di non poter continuare questo percorso”

IL TABELLINO

Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia – Biosì Indexa Sora 3-2 (17-25, 20-25, 25-18, 25-16, 15-12) – Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia: Coscione 9, Lecat 19, Costa 10, Patch 6, Massari 17, Verhees 3, Torchia (L), Domagala 6, Presta 3, Izzo 0, Marra (L), Felix Jr 0. N.E. Corrado. All. Fronckowiak. Biosì Indexa Sora: Seganov 7, Rosso 4, Caneschi 6, Duncan-Thibault 17, Nielsen 29, Mattei 7, Santucci (L), Fey 2, Mauti (L), Farina 0, Petkovic 2, Marrazzo 0, Penning 0. N.E. Lucarelli. All. Barbiero. ARBITRI: Zanussi, Curto. NOTE – durata set: 25′, 27′, 26′, 23′, 21′; tot: 122′.