TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA – AZIMUT MODENA 0-3 (21-25, 23-25, 22-25)

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Costa 5, Coscione 2, Marra (L), Lecat 6, Izzo, Antonov 10, Massari, Torchia (L2), Verhees 9, Patch 11, Presta 1. Non entrati: Corrado. Allenatore: Tubertini
AZIMUT MODENA: Mossa De Rezende 1, Van Garderen 12, Rossini (L), E. Ngapeh 17, Sabbi 4, Holt 8, Pinali 1, Mazzone 8. Non entrati: Tosi (L2), S. Ngapeth, Bossi, Penchev, Urnaut. Allenatore: Stoytchev
ARBITRI: Vagni e Oranelli
NOTE – durata set: 36’, 30’, 30. Tot. 76’. Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia: bs 15, ace 2, ric. pos. 68%, ric. perf. 34%, att. 51%, muri 5. Azimut Modena: bs 17, ace 2, ric. pos. 62%, ric. perf. 28%, att, 56%, muri 6.

Nell’anticipo televisivo della nona giornata del Campionato di SuperLega UnipolSai, l’Azimut Modena espugna il PalaValentia con il punteggio di 0-3 sconfiggendo la Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia. Una Modena solida e concreta trascinata dai suoi due schiacciatori Van Garderen e Ngapeth e dai centrali Holt e Mazzone. Niente da fare per la Tonno Callipo che ha lottato ad armi pari soprattutto nel corso del secondo terzo parziale dando vita ad una dura lotta punto a punto contro la terza forza del campionato. Alla squadra di coach Tubertini (grande ex di turno) non sono bastati il cuore ed un Patch che ha chiuso il match con il 58% in attacco. Al fischio d’inizio ecco Coscione al palleggio, Patch opposto, Costa e Verhees al centro, Antonov e Lecat in posto 4, Marra libero. Stoytchev risponde con Bruno in regia, Sabbi opposto, Mazzone ed Holt al centro, Ngapeth e Van Garderen di banda, Rossini libero. Modena parte con il piglio giusto in un primo set dove le percentuali in attacco delle due squadre sono elevatissime. A fare la differenza la grande solidità degli emiliani (zero errori in attacco ed in ricezione) e le prestazioni in attacco dei due posti 4. Nel secondo set Bruno e compagni mantengono sempre due-tre punti di vantaggio con la Tonno Callipo che dà sempre l’impressione di stare partita, tuttavia non sorretta dall’attacco di palla alta con Antonov fuori dal gioco. E così Modena amministra e fa suo anche il secondo set grazie anche alla tenacia a muro di Holt (3 muri). Coscione e compagni ci provano, annullano anche più palle set, ma si arrendono dopo l’errore dai nove metri di Costa. Grande spettacolo nel terzo parziale: scambi spettacolari e palloni scottanti. Nella Tonno Callipo cresce Antonov (100% in attacco con 6 vincenti su 6), ma Modena nel momento decisivo allunga trascinata da un monumentale Ngapeth (il francese immarcabile nel finale) premiato come Mvp del match (17 punti con il 67% in attacco).

Spettaori: 700
Mvp: Earvin Ngapeth

Pieter Verhees (Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia): “Ci abbiamo provato contro una grande squadra che nei momenti importanti è venuta fuori con i colpi dei suoi campioni. Noi secondo me abbiamo disputato una buona gara, dobbiamo fare ancora meglio in palestra ed essere ancora più determinati”

Maarten Van Garderen (Azimut Modena): “Siamo molto contenti per questa vittoria e per questi tre punti ottenuti su un campo difficile contro un avversario forte. Dobbiamo dare continuità alle nostre prestazioni e proseguire su questa strada”.

CONFERENZA STAMPA PRESIDENTE CATIA PEDRINI E FILIPPO CALLIPO https://www.youtube.com/watch?v=GFgDsTmK8H8

Catia Pedrini: “Non siamo così distanti come dice il risultato. Sono contenta di Vibo perché è una squadra che ho nel cuore e penso che sia un territorio che fa tanto in SuperLega e per tutto il movimento. Queste sono le ricchezze speciali del nostro sport. L’accoglienza, il calore che abbiamo ricevuto, ho visto i lavori fatti al palazzetto, sono sforzi che devono essere apprezzati. Vedo una cura qui, un’attenzione che non vedo in realtà più ricche e titolate. Io credo sempre che a livello di governo ci debba essere alternanza. Pur avendo ora una nuova presidente di Lega, il gruppo di lavoro è composto da consiglieri in carica da un numero di anni elevato. Vanno rimessi in discussione dei criteri apparsi giusti forse quattro anni fa, ma che si sono rivelati assolutamente inadeguati: per la capienza per esempio. La soddisfazione di essere esiliati dopo essere arrivati in SuperLega è raccapricciante. Vibo, Castellana, Sora meritano la stessa attenzione di Modena, Trento e Macerata. Non capisco perché nei confronti della squadra di Latina ci sia stato e ci sia tutt’ora una serie di comportamenti che appaiono se non di favore, di maggiore attenzione. Mi piacerebbe sapere il perché, mi piacerebbe sapere perché il presidente di Latina debba essere in Consiglio di Lega da un numero di anni poco giustificabile. Trasparenza, equità e giustizia nei criteri, la legge deve essere uguale per tutti, sempre”.

Pippo Callipo: “La speranza di fare bene contro queste squadre c’è sempre, ma bisogna guardare la realtà. Secondo me dobbiamo essere contenti delle prestazioni fatte contro Perugia e Modena, con set combattuti. Mi fa molto piacere il legame che si è instaurato con la società di Modena, con i dirigenti e il presidente. Non c’è un pubblico buono o cattivo; c’è un pubblico buono perché si è coltivato negli anni. A Vibo c’è sempre stata accoglienza. Secondo me dobbiamo interessarci a cosa accade nella Lega, bisogna guardarsi attorno per fare una rinascita di questa associazione perché secondo me molto di noi ci siamo disinteressati e non può essere un’associazione per pochi. Le cose devono andare meglio, va aggiustata la rotta”.