E’ battaglia vera al Pala Banca di Piacenza. Davanti a più di 2000 mila spettatori Piacenza e Vibo Valentia danno vita ad un match intenso e tirato con le due squadre che lottano colpo sul colpo per aggiudicarsi la posta in gioco. Piacenza-Vibo è però prima di tutto imperniata sul legame indissolubile e consolidato tra le due tifoserie, piacentina e vibonese, che si sono ritrovate nel corso del fine settimana con cene e pranzi pre-gara e con cori spettacolari prima e durante la partita. Venendo al match, la Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia ha conquistato il primo punto in campionato perdendo al tie-break al termine di una maratona andata ben oltre le due ore di gioco.

Al fischio d’inizio il tecnico di casa Giuliani deve fare a meno di Fei e, data anche l’assenza del suo vice Kody (impegnato in nazionale con il Camerun), deve affidarsi al modulo a tre schiacciatori con Marshall, Clevenot e Parodi. Baranowicz al palleggio, Alletti e Yosifov al centro e i liberi Manià (ricezione) e Ludovico Giuliani (difesa). Tutto confermato in casa Tonno Callipo con coach Tubertini che schiera Coscione al palleggio, Patch opposto, Costa e Verhees al centro, Antonov e Lecat in posto 4, Marra libero. Piacenza è trascinata dai due martelli, Clevenot top-scorer del match con 24 punti e Parodi (Mvp del match, 18 punti con 3 ace realizzati). I due posti 4 piacentini chiudono il match con il 61% in attacco, mentre in casa Tonno Callipo il migliore è il belga Lecat (15 punti con il 54%), mentre è Antonov il giocatore giallorosso che realizza più punti (17), con l’italo-russo che chiude con il 48% in attacco. Troppi però gli errori complessivi di squadra (40), con ben 14 errori in attacco.

Nel primo set la Tonno Callipo mostra da subito una buona intensità dimostrando di poter competere alla pari. Si lotta punto a punto, poi nel finale Coscione e compagni allungano di tre punti e, nonostante il tentativo di rimonta dei padroni di casa, chiudono i conti con Patch (23-25).

Nel secondo set l’equilibrio dura solo nella prima parte del parziale, poi è Piacenza che allunga con Parodi (positivo in battuta). Nel finale coach Tubertini lancia i vari Izzo, Domagala e Massari ed il giovane polacco si mette in mostra realizzando anche un ace, ma la situazione del punteggio è ormai compromessa e Piacenza chiude 25-20.

Nel terzo set, Baranowicz e compagni partono subito forte, ma la Tonno Callipo rimane sempre in partita per tutto il set fino ad arrivare ad avere la chance di trovare i vantaggi, ma sul 24-23, Patch attacca out e Piacenza si impone 25-23.

Nel quarto set la Tonno Callipo pigia sull’acceleratore trovando da subito un buon bottino di vantaggio: funzionano la battuta, il muro ed un grande Antonov in attacco. Si arriva ad un massimo vantaggio anche di 7 punti, poi sul 15-20 per i giallorossi Piacenza trova un break di 5-0 trascinata dall’ingresso in campo dell’israeliano Hershko e gli emiliani impattano sul 20-20.

Nel finale lotta palla su palla: Piacenza trova la palla match sul 24-23, poi però al Tonno Callipo trova i vantaggi grazie ad un bel mani e fuori di Lecat da posto due. Il belga va al servizio, Patch contrattacca 24-25 ed è poi lo stesso Lecat a firmare il proprio capolavoro siglando l’ace del 24-26 che porta la partita al tie-break. Nel quinto set i giallorossi provati anche dalla stanchezza vanno sotto: Antonov trova un paio di palloni importanti, ma poi Piacenza sfrutta gli errori dello stesso schiacciatore giallorosso e trova 4 punti di vantaggio dopo l’attacco di Baranowicz. Il vantaggio rimane immutato e Piacenza vince 15-10 dopo l’errore finale in attacco di Patch.

Lorenzo Tubertini (Allenatore Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia): “Nonostante l’assenza di Fei, sapevamo già che non sarebbe stata una partita facile. Non siamo ancora al nostro massimo, sulla fase break e sul muro-difesa dobbiamo ancora crescere ma tutto sommato sono contento dell’atteggiamento di questa sera: siamo partiti bene e anche nei momenti più delicati abbiamo avuto sempre fiducia portando Piacenza a giocare il tie break. Ripartiamo da qui per migliorare”.

IL TABELLINO

WIXO LPR PIACENZA – TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA 3-2 (23-25, 25-20, 25-23, 24-26, 15-10)

WIXO LPR PIACENZA: Manià (L), Parodi 18, Alletti 8, L. Giuliani (L2), Marshall 8, Baranowicz 4, Yosifov 8, Hershko 7, Clevenot 24, Cottarelli. Non entrati: Fei. Allenatore: A. Giuliani

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Costa 6, Coscione 3, Marra  (L), Lecat 15, Izzo, Antonov 17, Massari 2, Domagala 2, Verhees 11, Patch 13, Presta. Non entrati: Corrado. Allenatore: Tubertini

ARBITRI: Pasquali e Turtù

NOTE – durata set: 28’, 28’, 31’, 29’, 18’. Tot. 134’. Wixo Lpr Piacenza:

fonte: volleytonnocallipo.com