La prima giornata di campionato inizia subito con un big match, sul campo di Crotone arriva il Cosenza ed è subito spettacolo tra due squadre costruite per i piani alti della classifica. 

Pronti via alla palestra del 4 circolo gremita in ogni ordine di posto e forse pure qualcuno in più il Cosenza di mister Crispino parte bene con Adamo che trascina la squadra in attacco mentre il libero Saieva lo fa in ricezione e difesa, sul punteggio di 9-6 in favore delle cosentine il Crotone trova delle difese spettacolari acrobatiche che esaltano nello spirito la squadra, che raggiunge il Cosenza al 15-15 la partita è vibrante ed equilibrata, il pubblico si scalda la palestra diventa una bolgia quando si giocano i punti finali, dal 19-17 per il Cosenza la squadra di mister Asteriti cambia marcia e gioca in maniera perfetta, la ricezione di Derose che chiuderà con un eccellente 76% di ricezione positiva permette alla regia di Pioli di poggiare i palloni pesanti sui centrali Bareti 10 punti finali e Gambuzza 11 punti finali per inanellare punti consecutivi e piazzare il break che consegna il primo set di questo campionato al Crotone.  

Si cambia campo, ma il Crotone non cambia pelle, nelle file del Cosenza viene confermata la stessa formazione con la stessa rotazione, il set fila via tra muri e schiacciate da ambo le parti, nelle file del Crotone Ranieri si scrolla di dosso la tensione di inizio gara ed inizia a randellare il muro e la difesa ospite, dall’altra parte colpi di classe cosentine tengono in equilibrio il set che arriva sempre in parità sul 20-20  dove anche questa volta il fattore campo e l’esperienza del gruppo pitagorico riesce a stare concentrato sulle cose determinanti infilando un break ancora una volta decisivo per le sorti del set chiuso 25-22 tra gli applausi del pubblico rossoblù un vero sostegno morale. 

Come ogni partita un doppio vantaggio in uno scontro diretto provoca la reazione della squadra che sta sotto ed il Crotone prova a rifiatare per recuperare le energie mentali sprecate per portarsi in vantaggio, 7-2 e 13-8 per il Cosenza lasciano intravedere la riapertura dell’incontro la regia di Mirimica sposta il gioco sui centrali che trovano tante soluzioni positive e mettono in crisi la difesa del Crotone, Mister Asteriti scambia di posto Ranieri con Reale per alzare il muro da posto 2 e piazzare gli attacchi da posto 4, la musica cambia la reazione del Crotone è da squadra feroce, la difesa diventa impenetrabile per 5 minuti si assiste ad azione in fotocopia Ranieri (5 punti finali) sigla 3 punti consecutivi da posto 2, nella rotazione successiva Cesario (11 punti) conclude l’opera piazzando gli attacchi decisivi, ora in campo si vede una squadra sola il Crotone, Bareti attacca un pallone imprendibile pure per Saieva, ma tocca a Gambuzza spaccare definitivamente il set con una bomba imprendibile che lancia la squadra verso il finale di un set che per l’ennesima volta vede il Crotone giocare in maniera perfetta gli ultimi palloni, Pioli mette il 23° punto con un dei sui 5 punti finali fatti di pallonetti e schiacciate di prima, e Reale (5 punti) conclude in battuta con un ace il match ball sul 24-21 che fa partire la festa del Crotone e lo sconforto del Cosenza. 

Mister Asteriti: Un big match alla prima di campionato nasconde insidie per entrambe le squadre, abbiamo giocato una buona gara restando molto concentrati nelle fasi finali dei set per cui faccio i complimenti alle ragazze che non hanno mollato mai e ci hanno creduto soprattutto quando le cose non andavano nel verso giusto, credo che entrambe le squadre si qualificheranno alla poule promozione e che fino alla fine saremo concorrenti per la promozione.  

• Crotone: Araldo, Bareti, Cesario, Gambuzza, Pioli, Ranieri A, Ranieri G, Reale, Tambaro, Derose, All. Asteriti 
• Cosenza: Napoli, Filippelli, Prezioso, Marsico, De Simone, Adamo, Mirica, Mazzuca, Gallo, Donnici, Falzetta, Saieva, Salvo, All. Crispino 
• Arbitri: Giorla A., Pultrone E., Carozzo S.
• Parziali: Crotone – Cosenza 3/0 25.21 25.22 25.21