Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina-Casertana, Toscano: ‘Voglio tanti tifosi al Granillo, i ragazzi li sentono. Mi aspetto gol diversi, Castaldo può farci male come Charpentier’

Reggina-Casertana, Toscano: ‘Voglio tanti tifosi al Granillo, i ragazzi li sentono. Mi aspetto gol diversi, Castaldo può farci male come Charpentier’

“Nel primo tempo abbiamo fatto il 78% del possesso palla, seppur non in maniera fruttuosa come nelle altre volte.  Abbiamo concesso degli errori tecnici, concedendo la partita che volevano fare loro permettendogli di ripartire con velocità. Ma eravamo tornati sul 2-2 e se Doumbia avesse fatto il 3-2 non so come sarebbe finita. Abbiamo concesso il 3-2. Si poteva fare meglio, ma noi non siamo fatti per accontentarci. Si può sempre fare meglio, ma è una cosa ordinaria”.

Mimmo  Toscano, dopo l’eliminazione dalla Coppa Italia ad opera del Potenza, ci tiene a tornare a far bene contro la Casertana, ma è chiaro nell’analisi della sfida.

Al Granillo  il tecnico si attende il grande pubblico: “I ragazzi in casa sentono quanto i tifosi li spingono. Se vogliamo giocarci tutto fino alla fine. Mi auguro siano in tanti e che siano sul pezzo come noi per sostenerci per novantacinque minuti”.

Casertana da non sottovalutare:”In mezzo al campo hanno giocatori importanti e di qualità. Sono una squadra importante per i calciatori che ha. Gioca un buon calcio. Non rinuncia a giocare, cerca di giocare. Bisogna essere subito bravi a interpretare la gara, conoscendo i loro punti di forza ed i loro punti deboli”.

Toscano si aspetta gol da più interpreti:”Reginaldo nelle ultime partite ha avuto sette-otto palle gol. Il fatto che gli attaccanti abbiano chance mi tranquillizza.  Vorrei di più la pericolosità degli esterni, dei centrocampisti e dei difensori sulle palle ferme. Rispetto ad altre squadre di questo girone, tipo il Potenza ed il Monopoli, segnamo meno con il tiro da fuori e sulle palle inattive, pur avendo giocatori pericolosi e con un buon piede. Abbiamo, fino al momento, sfruttato poco certe occasioni. Questo è l’ulteriore step che dobbiamo fare, perché ci saranno partite in cui certe situazioni serviranno per rompere gli equilibri”.

La Reggina, nei gol subiti, sembra patire i cross dall’esterno e le incursioni sul secondo palo:”Alla casualità non ci credo, ho fatto le mie domande ai ragazzi e gli ho chiesto se dobbiamo lavoararci. Conosco bene Castaldo. Gol come quelli di Charpentier ad Avellino sono nelle sue corde. Dovremo essere bravi’