Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Bellomo si è ripreso la Reggina

Bellomo si è ripreso la Reggina

A Monopoli ha giocato solo quarantacinque minuti, ma gli sono stati sufficienti per timbrare il tabellino dei marcatori.  Un rigore che pesava tantissimo, perché arrivava in uno scontro diretto equilibrato e in una partita in cui, a lungo, ha dovuto convivere con il nervosismo.

Quello che veniva automaticamente generato dal giocare a pochi chilometri da casa, con tanti amici sugli spalti, e da un trattamento da parte degli avversari che non è stato certo tenero, conoscendo il suo carattere fumantino.

Toscano, non a caso, ha voluto sostituirlo anche per questo, oltre che per ragioni tattiche.

Nel complesso, però, questa stagione di Bellomo sta mostrando un calciatore cambiato.  In estate sembrava addirittura potesse cambiare aria, considerato che il calcio fatto di sacrificio e corsa, anche per i numeri dieci, di Toscano non sembrava si sposasse con le caratteristiche del funambolo barese.

Si diceva che, addirittura, potesse essere una presenza scomoda in panchina.

Invece, passo dopo passo si è ripreso la Reggina.   Lo ha fatto grazie ad una condizione fisica sensibilmente migliore di quella della passata stagione, ma anche grazie ad uno spirito che oggi lo porta a rincorrere ogni avversario, a chiudere su chiunque e a non tirare mai indietro la gamba.  E questo i tifosi lo stanno notando e lo apprezzano forse più delle giocate da trequartista.

Toscano non perde occasione per ribadire come in allenamento sia sempre sul pezzo e non lasci nulla a caso.  Il tecnico ha scelto di passare dal 3-5-2 al 3-4-1-2 grazie allo spirito che ha trovato nel giocatore.

In questa stagione, tra l’altro, è accompagnato da una squadra piena di risorse e pertanto non ha addosso la pressione dell’unico da cui ci si aspetta la giocata risolutiva.

Nel frattempo, nello spazio di una settimana, ha mandato in archivio un assist vincente e un rigore trasformato con glaciale freddezza.