Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina: pesa l’assenza di De Rose, tre soluzioni per rimpiazzarlo

Reggina: pesa l’assenza di De Rose, tre soluzioni per rimpiazzarlo

Che Ciccio De Rose sarebbe potuto diventare un elemento cardine dello scacchiere di Mimmo Toscano lo si era capito da quando il tecnico ha scelto di dargli la fascia di capitano.

Un grado che, in genere, si dà anche a chi può essere considerato un titolare inamovibile o quasi.

Arrivato quasi in punta di piedi, è diventato il leader della Reggina anche e soprattutto a suon di prestazioni.

Non è uno dei calciatori più appariscenti, ma rappresenta senza dubbio l’elemento che dà equilibrio grazie alla capacità di rintuzzare il gioco avversario (prendendosi anche qualche cartellino di troppo, come nel caso del Catanzaro) , ma anche di offrire giocate di qualità come l’assist per Bresciani nella delicata trasferta di Terni.

Per lui sette presenze su nove, sempre da titolare. Le due che mancano riguardano una squalifica ereditata dalla passata stagione e che lo ha costretto a saltare le due gare d’esordio.

Proprio da quelle partite si possono trarre gli insegnamenti relativi alle soluzioni per sostituirlo.

A Francavilla giocò De Francesco, ma in quel caso scegliendo un regista molto qualitativo e forse meno adatto al gioco di contenimento Toscano scelse due mezzali di quantità e qualità: Sounas e Bianchi.

Con la Cavese, pur mantenendo il greco e l’ex Novara, Toscano scelse l’uomo che di più assomiglia a De Rose: ossia Ciccio Salandria.

Considerato che, però, nel frattempo Toscano ha optato per una mezzala offensiva nel 3-5-2 sempre presente (Bellomo o Rivas), Sounas può diventare un giocatore arruolabile da mediano.

E’ accaduto con il Catanzaro e si è dimostrato in forma smagliante.

A Toscano, come si può evincere, le soluzioni non mancano certo.