Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina-Catanzaro, Mauro: ‘Tutti i calabresi venivano a vedere le partite al Ceravolo. Eravamo l’orgoglio della Calabria, come lo sono stati gli amaranto’

Reggina-Catanzaro, Mauro: ‘Tutti i calabresi venivano a vedere le partite al Ceravolo. Eravamo l’orgoglio della Calabria, come lo sono stati gli amaranto’

“Ci siamo divertiti un casino.  Un anno siamo arrivati settimini, un anno ottavi. Semifinale di Coppa Italia. Eravamo una grande squadra. Ci siamo divertiti e abbiamo fatto divertire tutta la Calabria. Ricordo bene che tutti i calabresi venivano a vedere le partite a Catanzaro”.

Massimo Mauro, ai microfoni di Reggina Tv, ricorda così gli anni d’oro giallorossi.

“Non c’è vittoria – prosegue – che possa paragonarsi al giocare con la maglia della tua città e della tua regione e competi ai massimi livelli in giro per l’Italia. Abbiamo vinto contro il Milan, l’Inter. Non c’era partita che non potevamo vincere, eravamo l’orgoglio della Calabria. Una volta a San  Siro tutto il secondo anello era giallorosso e secondo me non erano tutti di Catanzaro, erano calabresi”.

Parole al miele  anche nei confronti degli amaranto : “Soddisfazioni enormi come quelli della Reggina di Mazzarri e Lillo Foti.  Ha fatto campionati straordinari. Da commentare commentai tutto il campionato quella fantastica rimonta con la penalizzazione.  Quel periodo toccava alla Reggina essere l’orgoglio della Calabria- Domenica si incontrano due squadre che tentano di risalire. Sarebbe straordinario che una delle due ce la facesse”.

Nessun dubbio sui meriti delle due città: “Sono due tifoserie che meriterebbero un palcoscenico diverso. Fanno diventare una partita di Serie C una sfida con un pubblico di Serie A. Non è facile fare il salto di categoria. La gente di Reggio e di Catanzaro, per come si comportano nei confronti della squadra, meriterebbero la Serie A”.