Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina: goleada nella prima uscita, già si vede una squadra che non vuole fronzoli

Reggina: goleada nella prima uscita, già si vede una squadra che non vuole fronzoli

La Reggina, nella prima sgambata del precampionato, supera 10-0 una rappresentativa di dilettanti.   A segno vanno Brescia, Doumbia (doppietta), Corazza (doppietta) Paolucci, Bellomo, Reginaldo (doppietta), Sounas.

Non contava tanto il risultato, quanto provare a capire quale sia la filosofia di Toscano nel mettere in piedi il suo progetto tattico.

La prima notizia l’hanno regalata gli assenti. Se l’assenza di Gasparetto è imputabile a problemi fisici, quella di Strambelli, Baclet e De Falco mette il punto sulla loro esperienza in riva allo Stretto.  Dovranno trovare squadra, perché, per loro, in quella di Toscano non c’è posto.

Il tecnico ha messo in campo due diverse formazioni (una per tempo) con il 3-5-2 puro che sembra essere la base da cui si ripartirà nell’idea tattica.  Grande importanza, naturalmente, la hanno gli esterni di centrocampo, ma sono diverse le chiavi di lettura regalate dalla partita.

La prima, ad esempio, è che le due coppie di attaccanti provate (Corazza-Doumbia prima. Bellomo-Reginaldo dopo) sono sempre state molto strette e hanno cercato molto le combinazioni, quasi a voler mettere il punto esclamativo sul fatto che Toscano preferisca due punte pure e non calciatori che giocano tra le linee.

A ciò si aggiunge il grande ruolo delle mezzali a cui si chiede, invece, di buttarsi negli spazi.

Altro dato da non sottovalutare è che, sui calci d’angolo, molto spesso si  è vista marcare la squadra a uomo con tutti gli effettivi, segno che forse c’è voglia di dare vita ad una squadra che badi molto al risultato ed in maniera pragmatica, senza fronzoli.

Da domani il gruppo si sposta verso Cascia.