Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, Gallo prepara grandi novità per il Sant’Agata

Reggina, Gallo prepara grandi novità per il Sant’Agata

La presentazione della nuova sede della Reggina ha già suscitato diversi apprezzamenti tra i tifosi. L’ennesima occasione in cui la tifoseria, in attesa dei risultati sul campo, ha apprezzato che il patron ancora una volta abbia messo mano al portafogli, per investire in una piazza che, adesso, è chiamata a rispondere presente non appena sarà aperta la campagna abbonamenti.

Leggi anche: Reggina, inaugurata la maxi-sede di Via Osanna: locali suggestivi (FOTO E VIDEO)

Attenzione, però, perché si è appena all’inizio benché lo stesso presidente, durante la presentazione di Toscano, abbia detto che lui, con la sede, ha finito.  Ha finito nel senso che ha mantenuto ogni promessa fatta alla tifoseria, che dipendesse unicamente dalla sua voglia di investire.

Adesso, però, è pronto a dare una forma migliore alla creatura che è diventata sua a tutti gli effetti.

Leggi anche: Reggina, altro che ridimensionamento: Gallo mette la freccia, altri 25 mln di investimenti

Sul S.Agata, infatti, a breve si inizierà a lavorare in maniera considerevole. C’è un milione e mezzo di euro messo sul piatto unicamente per rimettere a nuovo il centro.

Saranno rifatti tutti gli impianti elettrici e si metterà mano in maniera corposa a tutte quelle situazioni che rendono problematica la manutenzione ordinaria.

Non è finita perché il patron sta pensando a migliorie estetiche, ma anche funzionali.  Pare, infatti, che con l’ausilio di un’azienda che si occupa di illuminazioni si stia mettendo a punto un sistema che permetta di dare luce artificiale alla struttura e i campi, in maniera tale da non urtare i sistemi di atterraggio dell’aeroporto.

Fino a ora non è stato possibile, ma a quanto pare esistono i margini per risolvere una questione che è stata un problema per anni.

Per dare l’idea di quanto problematico sia lavorare sul S.Agata basta sottolineare come non sia stato possibile neanche fare delle rilevazioni col drone, considerata la vicinanza del “Tito Minniti”.

Gallo sta, inoltre, pensando ad un servizio di sicurezza che sia attivo sulla struttura ventiquattro ore su ventiquattro, con tanto di gabbiotto all’ingresso che sarà collocato all’ingresso del centro sportivo.