Salutati Solini e Pogliano, con Conson e Redolfi in uscita, si capisce che la Reggina, nel prossimo mercato, andrà a caccia di ben quattro difensori.

Fa parte dell’organico il solo Gasparetto che, di fatto, rappresenterà il perno attorno a cui si costruirà il nuovo pacchetto arretrato.

Cristini del Cuneo  può essere ormai considerato un giocatore amaranto.

Leggi anche: Reggina: c’è Cristini per la difesa, attenzione all’apparenza che inganna e ad una provenienza particolare

Si tratta di un calciatore che agisce da centrale destro.

Sempre di piede destro è Ciccio Cosenza.  Si tratta di un calciatore che, di fatto, può occupare tutti i ruoli della retroguardia a tre. Non è un fulmine, ma ha tanta eseperienza, solidità ed abitudine a lottare per il vertice in Serie C. E, infine, non bisogna dimenticare che è reggino.

Tutti lo vogliono, tutti lo cercano ma la maglia amaranto, se davvero sarà voluto, difficilmente potrà avere rivali nella sua scelta.

Oltre a loro due si cerca un centrale mancino, magari di passo.  I colloqui con il Parma dei prossimi giorni chiariranno c’è possibilità di arrivare a Scognamillo . Mancino, di proprietà dei ducali, è fresco di promozione con il Trapani.

Per quella posizione resta in piedi anche l’ipotesi Daprelà,  Ex esterno di fascia, si è ormai specializzato nella posizione di terzo a sinistra.

Inutile negare che una difesa titolare composta da Cosenza, Gasparetto e uno tra Daprelà e Scognamillo, con Guarna in porta, rappresenterebbe una base solida per il progetto di Toscano.