Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina: c’è Cristini per la difesa, attenzione all’apparenza che inganna e ad una provenienza particolare

Reggina: c’è Cristini per la difesa, attenzione all’apparenza che inganna e ad una provenienza particolare

Andrea Cristini sembra destinato ad essere il primo volto nuovo che il mercato porterà in dote alla Reggina.

Non è un nome altisonante e non farà fare i salti di gioia ai tifosi il fatto che una società ambiziosa come quella amaranto apra le danze del mercato con un calciatore che, sul campo, è retrocesso con il Cuneo.

Primo errore, perché il Cuneo, sul campo, non è retrocesso. Attenzione, perciò, all’apparenza che inganna.

Il Cuneo è retrocesso con 21 punti di penalizazione che hanno di fatto annullato i 47 complessivi ottenuti sul rettangolo verde e che avrebbero proiettato i piemontesi in zona play off con la sesta miglior difesa del torneo.

Cristini è stato la colonna, perciò, di una squadra che ha fatto un ottimo campionato nonostante i tanti problemi avuti.

31 presenze complessive, 31 da titolare.  Cristini è un difensore centrale di 190 cm, ha nelle qualità aeree la dote migliore. E’ di piede destro e resta perciò ancora necessaria la caccia ad un difensore mancino (il sogno resta Daprelà).

Nella scorsa stagione Cristini ha giocato in una difesa a quattro (generalmente come centrale a sinistra con Santacroce a sinistra) ed anche nella difesa a tre o a cinque (sempre da marcatore destro).

Fa effetto il fatto che abbia rimediato solo due cartellini gialli, non una consuetudine per un difensore di Serie C.

Cristini è nato a Venaria Reale, in provincia di Torino. C’è un altro calciatore che è nato nel piccolo centro della provincia torinese e non uno qualunque: Fabio Artico.