Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Nasce la Reggina di Toscano: esterni di qualità e quantità cercasi, il punto e le strategie

Nasce la Reggina di Toscano: esterni di qualità e quantità cercasi, il punto e le strategie

La Reggina di Toscano è una creature che non è neanche in fasce.  A giudicare dagli obiettivi su cui la Reggina sta iniziando a muoversi, cresce l’idea che si voglia puntare sulla difesa a tre e sul 3-5-2 e sue possibili derivati, nascenti dallo spostamento di una delle mezzali: trequartista o punta esterna per un 3-4-3 fa poca differenza.

Leggi anche: Reggina: da Daprelà a Marchi, la Gazzetta svela tutti gli obiettivi di mercato

Si lavorerà per costruire una difesa robusta, ma occorrerà dare grande importanza agli esterni. In un moduli come quelli citati la capacità polmonare, così come la qualità difensiva  ed offensiva, degli esterni fa la differenza.

Ecco perché occorreranno scelte che siano il meno erronee possibili.  In organico c’è solo Kirwan che gioca a destra. A sinistra si punta anche ad un prosieguo dell’avventura di Seminara sullo Stretto, prolungando il prestito dall’Empoli.

Quest’ultimo è destinato ad andare a giocarsi il posto con il mancino di qualità che arriverà.  Donnarumma è il sogno, così come Porcino, mentre Contessa che Toscano conosce per averlo avuto alla Feralpi Salò potrebbe essere felice di tornare a Reggio.

Leggi anche: Nasce la Reggina di Toscano: porta e difesa, il punto e le strategie

Tutti uomini importanti che eleverebbero il tasso di qualità dell’organico.

Si attende un uomo anche a destra, dato che i cinque cambi disponibili in categoria obbligano ad avere quattro esterni importanti da gestire nei novanta minuti.

L’accostamento di Loiacono del Foggia, arrivato dalla Gazzetta dello Sport, non è casuale.