La Reggina, dopo che annuncerà Mimmo Toscano, procederà al restauro dell’organico con un occhio di riguardo alla prima linea.

C’è la consapevolezza che avere un attacco che abbia almeno una bocca da fuoco in grado di superare facilmente la doppia cifra equivale ad assicurarsi la competitività per le zone alte della classifica.

Leggi anche: Reggina: da Daprelà a Marchi, la Gazzetta svela tutti gli obiettivi di mercato

Attualmente in organico ci sono Doumbia e Baclet.

A loro si aggiungerà Martiniello che sarà riscattato. Da valutare se il giovane attaccante, eventualmente, finirà per essere parte dell’organico o se sarà mandato a giocare altrove, dove far valere la propria qualità offensiva e magari utilizzarlo come pedina di scambio in altre trattative.

Leggi anche: Nasce la Reggina di Toscano: porta e difesa, il punto e le strategia

Baclet, invece, è sul mercato. Si proverà a trovargli una sistemazione.

Maritato ha visto scadere il proprio contratto, Tassi è tornato all’Ascoli, mentre Ungaro fa ancora parte della squadra.

A Doumbia ed Ungaro si aggiungono anche Bellomo e Strambelli che all’occorrenza sono anche punte esterne o seconde punte.

Leggi anche: Nasce la Reggina di Toscano: esterni di qualità e quantità cercasi, il punto e le strategie

Evidente, perciò, che si andrà da subito a caccia di un centravanti importante.

I nomi di Marchi  (Monza)  e Guerra (Vicenza) sembrano essere validi.

Poi ci sarà spazio per altri puntelli.