La promozione del Pisa, dopo la finale con la Triestina, non è stato l’ultimo atto del campionato di Serie C.

L’ultimissimo sarà l’altra sfida che vale la promozione tra i cadetti, quella tra Trapani e Piacenza.

Si riparte dallo 0-0 maturato al Garilli.  Si tratta di una sfida di fondamentale importanza, a maggior ragione per i siciliani che, con l’ottenimento della categoria superiore, avrebbero probabilmente minore difficoltà a mettere a tacere voci su una situazione societaria che sembrerebbe complicata sotto il profilo economico.

La Reggina, però, potrebbe essere una spettatrice interessata.

Il motivo? L’eventuale promozione in C dei Siciliani, di fatto, spingerebbe sempre più verso nord il girone C.  In attesa di capire quali squadre si iscriveranno, quali saranno ripescate e se davvero si continuerà ad utilizzare la divisione geografica per i tre giorni, oggi si può iniziare ad abbozzare un girone C che rischia di essere incredibile.

Si, perché nonostante la salvezza della Salernitana in C, oggi c’è il serio rischio che la Ternana possa finire nel girone degli amaranto.

I rossoverdi hanno alle spalle una società fortissima, con grande forza di investimento e che si unirà alle tante squadre, Reggina compresa, che puntano al primo posto.

Ecco il potenziale girone C:

Girone  C: Avellino, Bari, Casertana, Catania, Catanzaro, Cavese,  Foggia, Monopoli, Picerno, Potenza, Reggina, Rende,  Rieti, Sicula Leonzio, Siracusa, Teramo, Ternana,Virtus Francavilla, Viterbese Castrense, Vibonese.