Mentre c’è attesa per capire quando saranno ultimati della messa a norma della Tribuna Est (leggi qui), c’ è attesa di capire quando saranno davvero maturi i tempi affinché si possa parlare in maniera concreta di nuovo stadio.

In realtà lo sono già, perché Luca Gallo fa sul serio. Il presidente della Reggina vuole rendere il Granillo una bomboniera,farlo diventare una struttura che funzioni sette giorni su sette e dotato di attività che supportino un afflusso quotidiano e continuativo di gente.

Si parla di un investimento da trenta milioni di euro, per più di terzi finanziato con un mutuo del Credito Sportivo. La notizia la regala il consigliere delegato allo Sport del Comune Giovanni Latella.

Intervistato dalla Gazzetta del Sud rivela: “Il club ha raggiunto l’accordo con il Credito Sportivo”.

Si metterà, naturalmente, nero su bianco nel momento in cui arriverà un’altra ufficialità: ossia quella dell’eventuale vittoria del bando per la gestione dello stadio da parte della Reggina.

La zona è destinata a cambiare volto nella sua interezza: considerato che presto sarà ultimato il Parco Lineare Sud (la zona costiera) che potrebbe diventare la suggestiva via d’accesso allo stadio, sarà ricostruita interamente la Piscina Comunale ed un’amplissima zona del piazzale delle Ferrovie dietro la Tribuna Ovest sarà destinata a diventare funzionale allo stadio con probabile uso parcheggi.

Nel progetto è prevista anche una fermata della metropolitana di superficie.