Potesse tornare indietro, il Catanzaro fermerebbe il campionato sul rigore di Giannone a Castellammare di Stabia e ripartirebbe.

In quel caso il cucchiaio dell’attaccante giallorosso venne parato dal portiere avversario e, di fatto, da lanciatissima contendente alla vetta la squadra di Auteri si spense fino ad arrivare quarta ed uscire ai play off con la Feralpi Salò.

L’obiettivo è essere per un anno la squadra che ha espresso il miglior calcio della Serie C e che ha macinato risultati su risultati.

Si inquadra in quest’ottica la conferma ufficiale di Gaetano Auteri.  In questa stagione le contendenti saranno tante, ma i giallorossi hanno dalla loro un collettivo collaudato e che, puntellato a dovere, potrebbe essere una seria candidata alla vittoria finale.

Non bisogna, inoltre, dimenticare che che la prossima sarà la stagione in cui  arriva al culmine il piano triennale del presidente Noto che si era posto l’obiettivo di riportare tra i cadetti i gallorossi e quello biennale del direttore sportivo Pasquale Lo Giudice.

Già nel mercato si valuterà quanto l’asticella sarà alzata.