Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, Bellomo avverte il suo Bari: ‘Ripartiremo per vincere, in C contano gli attributi’, frecciata a Colantuono

Reggina, Bellomo avverte il suo Bari: ‘Ripartiremo per vincere, in C contano gli attributi’, frecciata a Colantuono

Quando è arrivato ha detto che giocare nella Reggina è come stare a casa, per via del gemellaggio tra la tifoseria amaranto e quella barese.
L’anno prossimo affronterà i galletti sul campo, lì dove è cresciuto e nella città dove è nato e tornerà a vivere.
“Qui – rivela – tornerò a vivere, alla fine della corsa o magari prima, chissà…”. Lo ha dichiarato nel corso di un’intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport, edizione Puglia.

Il suo talento, però, non è mai sbocciato. Dalla A è tornato in C, seppur in un Reggina ambiziosa.
“Ci ho messo de mio – ammette – ma mi sono rotto un crociato al Chievo, il quinto metatarso al piede. Ho sempre voluto dire le cose in faccia, nel calcio questo non paga. E’ successo con il signor Colantuono a Salerno, poi il campionato mi ha dato ragione. E’ acqua passata”.

L’anno scorso poteva tornare in Puglia ripartendo dalla Serie D: “Avevo due anni di conratto. Sono tornato a Bari lasciando la A, figuriamoci ora. Speravo mi venissero incontro”.

Bellomo, però, ssmbra felice di stare a Reggio: “Al timone della società è arrivata gente nuova. Ripartiremo per vincere”.

Chiaro anche il giudizio sul campionato: “In assoluto, la tecnica passa in secondo piano. Giochi a calcio solo quando incontri avversario che puntano alla promozione. Il campionato si vince con gli attributi.  Quando arriverà il momento di inconciare il Bari lo vivrò intensamente, sperando che sia una sfida d’altissima quota”.