E’ un fine settimana di calma apparente in casa Reggina. L’ennesimo colpo messo a segno da Luca Gallo con l’acquisizione definitiva de marchio, della concessione del S.Agata per un anno e mezzo (in attesa del bando fino al 2040), non è un cuscino su cui la società si sta cullando.

Si è lavorato anche e soprattutto in ambito sportivo. Massimo Taibi sembra aver sciolto le riserve.

L’allenatore della Reggina, nella prossima stagione, pare destinato ad essere Mimmo  Toscano. Il tecnico reggino ha un contratto con la Feralpi Salò fino al 2021, ma i lombardi non dovrebbero fare particolare resistenza.

Toscano corrisponde perfettamente al profilo descritto da Luca Gallo che ha manifestato l’intenzione di non ripetere l’errore fatto con Drago, ossia prendere un tecnico che non conosce la categoria,  e che l’ha vinta più volte.

Il fatto che Toscano sia reggino e con il dna amaranto  è un plus ultra, ma non il dato principale.

Non è difficile ipotizzare che la prossima possa essere la settimana in cui Taibi alzerà il telefono per contattare Roberto Cevoli e comunicargli i rigranziamenti come premessa di un addio che sembra la soluzione migliore per entrambe le parti, dopo una stagione positiva per tutti.

Sliding doors, dunque, in casa amaranto. Cevoli e Toscano, tra l’altro, sono stati compagni di squadra in quella meravigliosa squadra che, a metà degli anni ’90, riportò Reggio Calabria in Serie B.