Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina: non solo la squadra, le tre missioni di Luca Gallo per l’estate

Reggina: non solo la squadra, le tre missioni di Luca Gallo per l’estate

E’ già il momento in cui, attorno alla Reggina, cominciano ad annidarsi i nomi di tanti allenatori. Quella amaranto è oggi una panchina ambita. L’idea di poter allenare davanti a quindicimila spettatori e con una proprietà facoltosa ed ambiziosa rischia di valere più di una Serie B qualunque per qualsiasi professionista.

Limitarsi, però, all’aspetto sportivo nell’enunciare il progetto di Luca Gallo rischia di essere riduttivo.

L’estate verso cui ci avvia sarà quella che, di fatto, determinerà probabilmente passi in avanti importanti per tre importanti traguardi che contribuiranno a dare autorevolezza e solidità alla società.

Innanzi tutto, dopo lo store, la Reggina presto avrà la sua nuova sede: in via Osanna. La struttura che ospiterà gli uffici amministrativi della società e probabilmnente anche quello del presidente avrà sede a due passi dal Corso Garibaldi e in una zona adiacente a Palazzo San Giorgio.

A ciò si aggiunge la necessità di mettere ufficialmente le mani sull’intero centro sportivo S.Agata. E’ stata già presentata l’offerta, comprendente anche il marchio della Reggina, e che, nel complesso del bando, dovrebbe portare ad avere la gestione della struttura fino al 2040. Le buste si apriranno il 24 maggio.

C’è attesa, invece, per capire quando avverrà il definitivo sblocco della questione stadio. Si attende il bando del Comune e successivamente lo sblocco del mutuo del Credito Sportivo. Si parla di una spesa complessiva da trenta milioni di euro (in parte finanziata e in parte investita subito dalla proprietà).

Occorre ricordare che, per i bandi di entrambe le strutture, sono ammessi anche altri concorrenti, ma oggi è difficile scommettere sul fatto che qualcuno possa insidiare la forza economica della proprietà amaranto.