Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, Gianni: ‘Puntiamo al salto di qualità, cerchiamo profili di alta classifica. Chi non ha reso dovrà trovarsi squadra’

Reggina, Gianni: ‘Puntiamo al salto di qualità, cerchiamo profili di alta classifica. Chi non ha reso dovrà trovarsi squadra’

“Dobbiamo guardare avanti, prendendo quello che è andato bene e migliorando ciò che non ha prodotto risultati sperati”.

Andrea Gianni, direttore generale della Reggina, è intervenuto ai microfoni di Radio Reggio Più delineando gli obiettivi del futuro.

“E’ stata un’annata particolare. Sono arrivato da poco. Ho seguito e ho visto tutto quello che è accaduto. E’ partita in un determinato modo, per poi arrivare nel mercato di gennaio in un altro. Credo che si siano buttate le basi per un qualcosa di buono ed importante. Bisognerà cercare di aggiustare il tiro, provando a prendere quei giocatori funzionali al definitivo salto di qualità. Ci vuole, però, umiltà, spirito di sacrificio e cattiveria”.

“A Reggio – rivela – ho trovato solo cose positive, soprattutto nel rispetto reciproco che c’è con i collaboratori. Massimo Taibi è sempre disponibile nelle scelte condivise, così come ho trovato soddisfazione nelle chiacchierate con mister Cevoli. Negative, a parte qualche questione fisiologica di gestione, non ne ho avute”.

Gianni ha smentito la possibilità che Eziolino Capuano possa essere il nuovo tecnico amaranto: ‘E’ irrispettoso parlare di nuovi profili, quando il nuovo profilo è Roberto Cevoli. Ci siamo ancora leccando le ferite, ma non dobbiamo permettere che la Reggina venga strumentalizzato. Taibi incontrerà Cevoli e ne parleranno senza alcun problema.  Qualora non dovessero trovare la quadra, perché i matrimoni si fanno in due, siamo su profili diversi da Capuano. Quali profili? Irrispettoso parlarne adesso, Cevoli oggi è il nostro allenatore. Il ds ha le idee chiare, qualora non ci fosse accordo con Cevoli. La Reggina punta alle zone alte della classifica e sarà all’altezza”.

“Il presidente – prosegue –  è l’emblema del tifoso della Reggina. Ci dà la carica quotidianamente, l’ha presa come ha scritto nel tweet. Ci ha detto di iniziare  a lavorare per il prossimo anno”.

Gianni rimanda indietro le critiche a Taibi: “Sono state buttate le basi per un’ottima squadra. Va integrata e non ci sono dubbi. Chi fa questo lavoro come noi ci sta che sia soggetto a critiche.  In Serie C la differenza la fame. Chi viene deve venire con la consapevolezza di venire una città splendida con una tifoseria splendida. Detto questo abbiamo giocatori in scadenza di contratto, con quelli funzionali parleremo.  Quelli che non hanno reso per come si aspettava ed hanno un contratto dovranno cambiare aria e trovarsi squadra. Altri, invece, li andremo a cercare per completare una rosa che sia il più possibile competitiva. Abbiamo un direttore sportivo che ha il polso della situazione e valuterà ogni settimana”.