La Reggina ha vissuto un grande pomeriggio. 10.000 spettatori hanno accompagnato la squadra in una meritata vittoria contro la Casertana.

Al triplice fischio finale si pensava che i play off fossero praticamente cosa fatta. Gli amaranto, invece, incassano da Monopoli una doccia fredda: i metelliani espugnano il terreno di gioco pugliese e li appaiano in classifica al nono posto.

Attenzione, però, la Reggina è indietro negli scontri diretti con i campani (ko 0-3 al Granillo  e 0-1 per gli uomini di Cevoli al ritorno) e  ed è dunque decima.

All’undicesimo posto c’è la Viterbese che, però  deve giocare una partita in più.

La conseguenza, intanto è una: la Reggina non è padrona del suo destino.

Immaginando lo scenario peggiore, infatti, le squadre dal sesto all’ottavo posto potrebbero vincerle tutte e fare sei punti a testa, considerando che sono finiti gli scontri diretti.

Qualora Cavese, Reggina e Viterbese facessero rispettivamente sei, sei e nove punti, la Reggina finirebbe undicesima.

Ipoteticamente si tratterebbe di un posto che varrebbe i play off qualora proprio i laziali dovessero vincere la Coppa Italia di Serie C, ma è un’eventualità che sarebbe verificabile solo alla fine della prima decade di maggio.

La Reggina, comunque, ha un solo obbligo: battere una Vibonese che ormai vede quasi impossibile l’obiettivo play off (non ancora matematicamente) e poi sedersi in poltrona per veder cosa accadrà all’ultima giornata.

Considerando che la Cavese deve affrontare il Catania, seppur in casa, e la Viterbese deve andare a far visita al Catanzaro (ancora in lotta con gli etnei per la terza posizione) una delle due potrebbe fare un passo falso.

Non è comunque da escludere che anche qualcuna tra quelle che stanno davanti possano perdere qualche punto, sebbene più volte si trovino ad affrontare squadre che hanno poco da chiedere al campionato.

La Virtus Francavilla avrà il  Bisceglie  (a sorpresa a rischio play out) in casa e la  Juve Stabia fuori (già promossa).
Il Monopoli va a Rieti e poi in casa con il Siracusa. La Casertana ha Potenza in casa e la Sicula  Leonzio fuori.
Cavese ha Catania in casa e Bisceglie fuori.

La Reggina avrebbe il decimo posto anche qualora una tra Casertana e Monopoli non le vincesse entrambe.

C’è una conditi sine qua non: battere la Vibonese.