di Pasquale De Marte – La Reggina batte la Casertana,  conquista tre punti fondamentali e fa un passo probabilmente decisivo verso i play off.

Una vittoria meritata quella degli amaranto che sprecano tanto nel primo tempo, ma nella ripresa trovano con l’italo-neozelandese il gol che regala una vittoria meritata agli uomini di Cevoli.

Due vittorie in due partite per il tecnico sammarinese, sempre per 1-0 e sempre nell’ultima parte di gara. Adesso a Vibo gli amaranto vanno con la consapevolezza di poter vincere per migliorare al massimo l’eventuale posizione di partenza nella griglia play off.

Reggina-Casertana: rimpianti amaranto nel primo tempo

La Reggina, contro la Casertana, sa di giocarsi molto.  Cevoli sceglie ancora una volta Tulissi “falso nueve”, Franchini a sinistra nel 3-5-2 la variabile che altera l’atteggiamento è Strambelli che, nel corso del match, passa da mezzala a uomo d’attacco. Salandria, al rientro, sostituisce l’infortunato Zibert.

Davanti c’è una Casertana che propone molti giocatori esperti. Aspetta gli amaranto nella propria metà campo e, sorniona, quando esce la testa fuori dal guscio prova a far male innescando, numeri alla mano, il miglior centravanti della categoria: Castaldo.

La contesa è piuttosto equilibrata, ma chi dà l’impressione di poter far male con maggiore costanza è  la squadra di casa. Quando Bellomo e compagni riescono ad alzare il ritmo mettono in difficoltà gli avversari che scelgono di non pressare i portatori di palla di casa.

Sono almeno quattro le nitide occasioni che, nel primo tempo, la Reggina costruisce. La prime due sono per Tulissi che, ricevendo un suggerimento da sinistra prima da Bellomo e poi Franchini, manca clamorosamente l’appuntamento con la rete: prima colpisce male e la palla va fuori, poi si fa ipnotizzare dal portiere Adamonis.

A ciò si aggiunge una traversa colpita da Kirwan sugli sviluppi di un corner e un tentativo dal limite di De Falco neutralizzato dal volo del portiere ospite.

Reggina-Casertana: la sblocca Kirwan

Nella ripresa si assiste ad una sfida in cui scendono in campo i due tecnici. In particolare Pochesci prova a mettere in difficoltà gli amaranto, inserendo Pinna ed aumentando la spinta sulla corsia mancina campana. Cevoli legge bene la situazione, sposta Bellomo leggermente più a sinistra e i minuti di difficoltà per gli amaranto restano pochi.

Il trascinatore dei padroni di casa è sempre Bellomo che ci prova dal limite e va vicino al bersaglio. Il talento barese barese propizia anche il gol che sblocca la situazione: all’altezza sul secondo palo raccoglie un pallone e mette in mezzo un tiro-cross cui la difesa campana sbaglia e Kirwan piazza la zampata che vale il vantaggio. E’ il gol da tre punti.

La Reggina nel finale in modo granitico si tiene la vittoria.

REGGINA-CASERTANA 1-0

Marcatori: 76′ Kirwan

Reggina: Confente; Conson, Gasparetto, Solini (82′ Pogliano); Kirwan, Salandria, De Falco, Strambelli (91′ Marino), Franchini; Bellomo (82′ Bacelt), Tulissi (63′ Martiniello). A disposizione: Farroni, Seminara, Sandomenico, Ciavattini, Procopio, Redolfi, Ungaro, Doumbia. Allenatore: Cevoli.

Casertana: Adamonis, Rainone, Pascali, Lorenzini; Bondett (82′ Cigliano), De Marco (58′ Pinna), Vacca (75′ Santoro), D’Angelo, Zito; Padovan, Castaldo. A disposizione: Zivkovic, Ciriello, Matese, Gonzalez, Genovese, Moccia, Leonetti. Allenatore: Pochesci.

Arbitro: Nicolò Marini di Trieste (Mattia Segat e Federico Polo-Grillo  di Pordenone).

Note – Spettatori 10391. Ammoniti: Rainone (C), Salandria (R), Zito (C), D’Angelo (C), Blondett (C), Strambelli (R). Calci d’angolo: 5-0.  Recupero: 2’pt; 5’st.