“Vincenzo Iiriti è una persona che conosco da cinque anni. Per lungo tempo è stato direttore generale della M&G Holding che raggruppa tutte le mie società. Con lui ho avuto un rapporto consolidato. Un rapporto che va al di là della semplice professionalità. C’è stima e complicità tra me e lui, amicizia forse è un po’ troppo ma si può quasi dire così. Qualche giorno fa è venuto da me e ha voluto rassegnare le dimissioni dalla Reggina e da tutto, per motivi unicamente e strettamente personali. Di queste cose non si può parlare. neanche io ho capito granché in due ore di colloquio. Si è preso ulteriori giorni dopo aver parlato con me, abbiamo parlato altre due ore e lui è rimasto della sua idea, anzi della sua necessità. Non so cosa farà da adesso in poi, magari tornerà a fare il legale considerato che è un ottimo avvocato”.

Luca Gallo, in occasione della conferenza stampa di presentazione del nuovo dg Gianni, fa chiarezza sulle dimissione di Vincenzo Iiriti e poi aggiunge: “La M&G va avanti perché è di mia proprietà. La Reggina va avanti perché è un’altra mia attività imprenditoriale. Rimarco l’ovvio, perché a volte serve. Non è cambiato assolutamente nulla. Se voi pensate che bastano tre mesi o la prima difficoltà perché io rinunci a quello che ho intenzione di fare con questo club, non avete capito con chi avete a che fare. Ci vuole ben altro”.

“E’ amareggiato – prosegue Gallo –  perchè ha dovuto lasciare a cui teneva. Spero di vederlo spesso allo stadio a vedere la squadra di cui è grande tifoso, per me le porte sono aperte per lui che resta un amico. Le sue sono dimissioni volontarie, non posso aggiungere altro per non peccare di mancanza di tatto”.

Inevitabile un commento sulla scelta di Gianni: “Lo conosco a livello professionale e lo conoscevo già da prima dell’acquisizione della Reggina”.