Giacomo Tedesco è uno dei tanti calciatori che ha fatto la storia sia del Catania che della Reggina.

Intervistato da Catanista, trasmissione che si occupa delle vicende rossazzurre, l’ex centrocampista ha raccontato le sensazioni che si respirano attorno ad una sfida di grande fascino

“E’ sempre bello. Sono – rivela –  due ottime società. Due che in Lega Pro non si possono vedere. Conosco Reggio, conosco Catania. Fa male vederle lì e spero che presto tornino nel calcio che contano. Non in Serie B, ma non in Serie A. Ho trascorso stagioni belle da tutte e due le parti”.

A Catania l’arrivo di Novellino sembra aver dato la svolta giusta:”L’arrivo di un allenatore nuovo dà sempre una scossa e motivazioni, soprattutto a gente che veniva messa un po’ da parte e non aveva più stimoli. Nelle ultime stagioni non aveva fatto bene, ha capito tante cose. Non so se ce la farà a prendere la Juve Stabia, ma spero il Catania possa essere pronto a fare play off importanti”.

Gli etnei domenica sono stati spinti da oltre quindicimila persone contro la Juve Stabia e al Granillo dovrebbero essere seguiti da tanti tifosi. E a Reggio ci si augura ugualmente una grande risposta di pubblico

“L’entusiasmo  – rivela – fa bene. I calciatori sentono i tifosi vicini e percepiscono una spinta maggiore. E’ brutto quando ci sono critiche ed insulti. Può essere qualcosa in più per i ragazzi che vanno in campo”.

Poi spazio agli amaranto:”La Reggina veniva da risultati importanti e sorprendenti, ha cambiato allenatore e sta facendo male. Contro il Catania cercherà riscatto. Sarà una bella partita, mi auguro vinca lo spettacolo.

Non si sbilancia poi sul pronostico: “Tifo per entrambe. Spero che un giorno possano essere in Serie A, insieme al Palermo e alle squadre siciliane. Siamo messi male, è triste vedere queste realtà in C. Il calcio siciliano sta malissimo. abbiamo cinque realtà che faticano. Mi auguro presto tutto possa risolversi bene per la Sicilia”.