Reggina-Catania non può essere considerato un derby. E’ come se lo fosse, però, per la storia che il match si porta dietro da decenni.

Due città separate da 80 km in linea d’aria e che quasi si guardano.  Forte la rivalità tra le due tifoserie, pur essendocene di più sentite per entrambe, ma altissima la posta in palio.

Il Catania, reduce da tre vittorie consecutive, cerca l’ultimo disperato tentativo di recuperare sei punti alla capolista Juve Stabia dopo averla battuta al Massimino nelle ultime sette partite.

La Reggina che, senza la penalizzazione, sarebbe sesta in classifica,  deve ugualmente ottenere i tre punti per agganciare il treno play off che corre veloce, complice anche il rallentamento amaranto nelle ultime settimane.

Si attende una sfida che si giocherà a viso aperto e in cui il pareggio non servirà a nessuno. Si giocherà di domenica alle 14.30, nel giorno in cui, tra l’altro, riposerà la Serie A.  La diretta su Sportitalia rende l’evento forse quello calcistico più importante della giornata e Reggio Calabria ad indossare uno dei suoi vestiti migliori: quello del Granillo pieno.

Superare gli 11.000 spettatori visti contro il Granillo? Vietato dichiarare gli obiettivi, ma ce la si potrebbe anche fare considerato che la società ha inteso praticare prezzi popolari (leggi qui per le info.)

Si parte da 3000, quanti più o meno sono gli abbonati amaranto.

Per l’apertura della prevendita occorrerà aspettare le delibere del Gos dopo la riunione del giovedì mattina.