Il presidente della Viterbese Camilli non è certo uno che non le manda a dire. L’errore arbitrale che ha portato in vantaggio la Reggina viene ritenuto un errore tecnico tale da chiedere la ripetizione della partita, come se non bastassero tutte quelle che i laziali devono recuperare per essersi rifiutati inizialmente (leggi qui) di giocare nel girone C senza subire sanzioni.

Tra l’altro (leggi qui) lamentò il fatto che la Reggina si sia messa di traverso rispetto alla possibilità che le siciliane potessero andare nel Girone A beneficiando della possibilità dei trasporti aerei su Milano. “E chi è la Reggina?” sottolineò, minimizzando l’importanza del club.

Nel 2011, quando era presidente del Grosseto (dove, ad un certo punto, ha scelto di non iscrivere la squadra), se la prese per un rigore non concesso nei minuti finali di una sfida tra gli amaranto ed i maremmani.  “Lillo Foti è uno sporco” ebbe modo di dire ad una televisione locale.