La Reggina, domani sera alle ore 20.30, è chiamata a fare sul serio. Contro la Viterbese occorre provare a fare bottino pieno.

La vittoria ottenuta al fotofinish a Bisceglie ha dato morale e l’impulso giusto per non pagare troppo la fatica degli impegni ravvicinati.  La rosa a disposizione di Roberto Cevoli, ad oggi, è ampia ed in attesa di Baclet e di altri nuovi innesti può contare su elementi di spessore soprattutto dalla cintola in su.

Contro i laziali potrebbe essere ripristinato il 4-2-3-1, ma con una variante che, di fatto ,potrebbe trasformarlo agevolmente in 4-3-3.

L’ago della bilancia potrebbe essere Nicola Bellomo: trequartista o mezzala, per lui, non fa differenza.  Da tempo non gioca con continuità, ma con il morale alle stelle potrebbe trovare la benzina per regalare almeno un’ora di gioco ad alto livello.

Nel settore centrale, inoltre, potrebbe trovare posto anche Salandria, escluso inizialmente a Bisceglie, mentre De Falco e Zibert potrebbero giocarsi una maglia da titolare qualora davvero Bellomo partisse dal primo minuto.

In attacco, invece, si può ipotizzare ad una gestione di Alessio Viola ed un possibile impiego di Tassi come centravanti.   Strambelli, invece, potrebbe agire da esterno destro e non sulla trequarti.   Sandomenico manterrà la maglia da titolare a sinistra.  Doumbia, invece, sarebbe pronto per dare cambio di ritmo a gara in corso.

E non sarebbe l’unico: Franchini, Tulissi, Marino, Viola stesso.  Impressionante la qualità che Cevoli avrebbe in panchina.

Ecco le possibili scelte:

REGGINA (4-3-3): Confente; Kirwan, Conson, Redolfi, Seminara; Salandria, Zibert, Bellomo; Strambelli, Tassi, Sandomenico.