Luca Gallo, nella sua conferenza stampa, aveva annunciato che avrebbe trascorso la settimana a Reggio Calabria per mettere a punto alcune questioni da risolvere.

Nella giornata di ieri ha incontrato personalmente i gestori del centro sportivo Sant’Agata provando a capire se esistono margini per ottenere più di quanto ottenuto fino al momento.

Oggi, però, si è dedicato anche ad altro.  Ha scelto di incontrare l’arcivescovo di Reggio Calabria Mons. Morosini per ricevere una benedizione speciale e far valere il suo ingresso nel territorio reggino con un sostegno concreto alle attività solidali dell’Arci-Diocesi.

Poco dopo si è recato presso l’associazione Agape che si batte per i diritti dei più deboli, manifestando la propria vicinanza e offrendo l’ingresso gratuito al Granillo agli assistiti e allo staff.

Dopo il volto dell’imprenditore di successo che diventa ambizioso al timone di una squadra di calcio, Luca Gallo ha messo in mostra un volto umano e proiettato ai principi di solidarietà.