“Nel primo tempo abbiamo fatto male, sbagliando troppo. Abbiamo corso il doppio di loro senza mai essere pericolosi, ma anche subendo troppo. Poi abbiamo preso un gol su una disattenzione nostra, con una ripartenza nata da un calcio d’angolo. Dovevamo fare fallo, ma non ci siamo riusciti”.

Inizia così l’analisi di Roberto Cevoli su Viterbese-Reggina ai microfoni di  Radio Antenna Febea.  “Nel secondo tempo -prosegue – abbiamo cambiato qualcosa a livello tattico e grazie ad una condizione fisica ottima siamo riusciti a prendere il controllo della partita”.

A far discutere è stata la rinuncia al centravanti: “Nel primo tempo sbagliavamo anche i passaggi in uscita. Quel modo di giocare era impostato sulle ripartenze, ma non siamo mai riusciti a ripartire. Dopo con Ungaro abbiamo provato a mettere qualità e abbiamo fatto il secondo tempo meglio”.

Sta accadendo tutto in quest’annata per la Reggina: “Riuscire a mantenere la concentrazione non è facile, ma questi ragazzi hanno dimostrato grande professionalità. La proprietà nuova ci sta mettendo a disposizione tutto quello che serve”.

Poi spazio ai rinforzi: “Si alleneranno con noi, vediamo se saranno a disposizione per domenica e valuteremo in che condizioni saranno. Vanno testati prima di metterli dentro. Adesso c’è da giocare spesso. fino al 27”.