L’obiettivo di Luca Gallo è riportare la Reggina nel giro di qualche anno ad alto livello.  Alto livello, per forza di cosa, equivale ad uscire al più presto possibile della Serie C.

Sarebbe stato difficile immaginare di farlo in maniera agevole anche se ci si trovasse in estate, non lo sarà adesso che ci sarebbe da provare a farlo, eventualmente, attraverso i play off. Prevedibilmente questa viene considerata una stagione di transizione, in cui gettare le basi per vincere il prossimo anno.  Ci sarà il Bari tra le rivali per la promozione nella prossima stagione e questa non è certo una buona notizia, quella buona è che potrebbero esserci sei mesi  dei pugliesi in più per prepararsi.

Taibi avrà un super budget, ma a quanto pare non si faranno grandi spese.  Quattro-cinque interventi mirati per innalzare il livello di una squadra che vale il settimo-ottavo posto e che, nel girone di ritorno, dovrà anche rimontare i sei punti di penalizzazione che riceverà.  La griglia play off arriva fino al decimo posto.

Considerando già adesso la penalizzazione la Reggina scivolerebbe all’undicesimo posto, un punto sotto il decimo occupato da una Cavese che è l’ultima squadra a giocare i play off.   Giocare un ritorno da 26 punti  come l’andata (con una gara ancora da giocare)  potrebbe anche bastare per raggiungere il decimo posto, ma la squadra potenziata avrebbe la qualità per poter fare meglio.